M.206

 

Perversione delle 4:00



Se tu ridi io scordo l’oceano,

se tu ridi io scordo il cielo,

se tu ridi io scordo la pioggia,

se tu ridi io scordo ogni guerra,

se tu ridi io scordo la povertà,

se tu ridi io scordo le lacrime,

se tu ridi io scordo l’inverno,

se tu ridi io rimango immobile.

 

Ma dimmi, tutto ciò è giusto?