M.217

 

Non perfetto così



Ci dividiamo come frazioni
Con i nostri sguardi che si intrecciano
Per frazioni di secondi.
Lei mi asseconda non andando via però,
A seconda di quello che accadrà,
Non mi capacito di come io potessi essere tanto felice,
Perché tu da fenice,
Volavi in alto,
Ed io d’altro canto,
Mi sentivo inferiore,
Volando con un solo aquilone.

Vorrei morire



Volessi morire
Di sicuro avrei smesso di dirtelo,
Piuttosto avrei esposto il mio cielo
Per mostrarti i miei angeli,
Le mie poesie come testimonianze dei miei vangeli.
La verità l’ho trovata solamente tra le tue dita,
Insieme alle sigarette che di tanto in tanto mi passavi,
Morendo a distanza in questa vita.
I nostri quartieri malfamati,
Riempiti dai nostri stomaci sazi,
Con i lampioni spenti,
C’eravamo tanto amati,
O forse ho amato certi momenti.

Sb.01



Liquidi percuotono il mio corpo
Per poter dipingere colori
Accesi,
Come i semafori rossi alle quattro di notte.
Poter attaccare un tuo atto,
Poter essere partecipe del tuo sguardo,
Sciogliermi con le tue iridi
E sentirle al tatto,
Ma non vedendomi.
Mi sento un bastardo,
Io e le mie mille emozioni siamo timidi,
Come i liquidi,
Non vogliono fuoriuscire,
L’effimera voglia del sapersi decidere.