M.222

 



Mi hai insegnato a vivere la realtà

continuando a sognare

Cicatrici



A te che ti fai del male

Proprio come me.

Tu

Che stai rintanata nel tuo angolo

in silenzio

sperando che qualcun possa udire le tue

urla

Ascoltarle

Capirle

Comprenderle.

Speri sempre che dal nulla spunti fuori colui che capisca

senza che tu gli debba per forza

spiegare.

In fondo in fondo vorresti che quel

qualcuno notasse quelle tue leggere

cicatrici sulle braccia

Che altro non sono che quelle che hai

dentro.

Devi solo avere tu stessa il coraggio di

buttare tutto fuori

Non aspettare gli altri

Non aspettare di non avere più spazio sul tuo corpo

da ferire

per ricordarti dei tuoi errori

semplicemente affrontali, risolvili e finalmente

Vivi.

5-10-18



Un vuoto che si è colmato

ed ha lasciato spazio ad un vuoto

ancora più grande

ma questa volta piacevole

gentile

travolgente.

Non ho mai provato niente del genere

ma il tuo sorriso è una certezza,

le parole volano veloci

rimbombano dentro la mia testa

e restano imprigionate

come farfalle in una gabbia

bellissime,delicate.

Sei il mio primo pensiero la mattina

ed il mio ultimo alla sera.

Sei il motivo per cui metto piede fuori

dal letto.

Sperando che un giorno di nuovo

sarai accanto a me

e non dovrò svegliarmi

che starò già sognando

29-09-18



Delicata

è la tua mano

poggiata sul mio fianco,

il respiro tranquillo

di chi è sereno,

un bacio rubato

in una notte allegra,

che in sé contiene tutti

i miei sogni.