M.37

 

Qui vicino



Più che una Piazza,

è una Pazzia:

qualcuno corregga quella “i”.

Le urla di un rodeo,

spettacoli concessi

da ubriaconi a briglia sciolta

in sella a se stessi.

E ti ritrovi chissà come,

disarcionato da troppi bicchieri,

a vomitar in un vicoletto

qui vicino

Cavalieri.

Quelle serate lì



Ogni volta che non va,

un Michelangelo

viene abbattuto

a mazzate;

Riccioli e capelli fluenti

sbriciolati ora

nella polvere.

E l’albero abbattuto

quando eravamo bambini?

Strillava la motosega

di gusto,

o forse il legno

di dolore.

Riccioli e segatura umida

mescolati ora

nella polvere.

Ogni volta che non va,

mi siedo in mezzo alla battaglia

protetto solo

dal cappuccio di una felpa.

Disperata birra



L’ultimo sorso di una disperata birra

ti appanna la vista

ed ha già il sapore del vomito:

un sarcastico anticipo di fine serata.

Ho aspettato più di 2 ore

alla stazione di Lucca..

Ho avuto tutto il tempo di annoiare le rosse mura..

Quei mattoni hanno visto Napoleone,

forse si aspettavano una storia migliore..

ma io sapevo solo questa,

la mia!

Rotolarsi per terra come un insetto

zuppo di veleno..

Ed ora scrivere queste parole,

su di un foglio piegato storto,

ricordando in modo distorto

una serata storta.

La gente è solita dire:

“rimaner con l’amaro in bocca”

..chissà..

..se intende il sapore

di quest’ultima

disperata

birra!

Farfalla



Una bolla di sapone

scappata ad un bambino

che ancora guarda il cielo;

sospesa nell’aria

come un’idea nella mente.

Abbiamo solo

riso,

mangiato

e bevuto vino;

in fondo

la miglior cartolina

da questa vita.

Una chitarra:

un fiume di canzoni

sbatte tra la gente

ed alza

la schiuma fresca della birra.

Ne ho viste di farfalle,

non sapevo

fossero così colorate

anche in città.

E’ stato bello

vederti posare

sul fiore che ti ho regalato.

Over game



Viviamo

incastrando al meglio

i pezzi del Tetris.

Le idee libere di cadere,

i gesti fuori posto

lasciano       spazi         vuoti

fino

al Game over.

Così nascono

gli uomini liberi.