M.88

 



Sfiori

la mia pelle

(S)fiorisco

io



Ubriaca di salsedine

mi stendo

stanca

sul bagnasciuga.

Affogo

in ricordi

di estati

distanti.

Labbra salate

salutano

l’innocenza perduta

nel blu.



Arterie

sfracellate

su un letto

sfatto

dove una coppia

di fatto

ha riempito

il vuoto

di un’ora