M.94

 

Mi manca lo sprofondare



Sospesa
ascolto le onde che
han suoni e storie
come la mia

qui,
lavo il viso
dalle grida
qui,
nascondo nelle conchiglie
queste gocce
di tristezza

zampilli di luce
crean vita e sogno

e respiro

sott’acqua
gli occhi chiusi
e la sabbia tra le dita.



Non guardarmi
come affettuoso calore
come profumo di mele,
canto fiabesco
armonia del tuo cielo

quand’io dentro
ho sassi
stramazzati nel fango.