N.25

 

Forse



Forse,
un giorno
spezzerò le mie catene.
Forse,
un giorno
accoglierò la fatica
della libertà.
Allora aprirò i miei occhi, le pupille
le mie narici e i polmoni e
le mie labbra, poi la gola,
infine la mia testa.
Camminerò così,
un po’ in me e un po’ in fuori
e sfocierò nel cielo.

Costanza



Le sofferenze sventolano
dal balcone del tuo sguardo
e non si asciugano mai.