R.16

 

Corazza



La ricordi
la mia corazza lasciata fuori casa tua?
Per favore,
riportala indietro
e non togliermela più.

Mi guardi



Mi guardi
m’abbracci
in mezzo a tutti
in mezzo agli altri.
Sguardi sfuggenti
risate
battute
tra la pioggia
che cade incessante
sui nostri corpi
ormai troppo bagnati.

Vento



Qualcosa per te persi
Erano i miei versi.

Onde



Ascolta il mare
non parlare
e lasciati andare.

Parole in cassaforte



Vorrei scriverti
per sapere come stai
se a noi due ripensi mai
si lo so non dovrei
alla fine, cosa otterrei?
Mi manchi, questo è vero
ma ti ripeto
pensarti la notte
per me non è mai uno spreco.

Chocolat



Scrivo di te
su questo foglio
su questi muri
nella mia vita
per ricordarti che
ovunque sarai
tutti potranno sapere
quanto bello sia stato
perdersi
in un tuo bacio
ed innamorarsi
dei tuoi occhi.



Aspettami
sii paziente
e se il mio rivederti
non avrà lo stesso battito del mio cuore
fa che almeno si illuda
e si perda nei tuoi occhi.



Tanti pensieri
poche parole
mille sguardi
per cercarne solo uno.

Inverno



Labbra secche
tagliate dal gelido soffio di vento
celano dolorose ferite
guaribili con baci mancati.



Una sigaretta.
Un vuoto dentro la testa.
La paura del domani.
La certezza della gravità sulla pioggia.