R.46

 

ADDIO



Ho percorso molteplici strade
per dimenticarti
per trovare ciò che ho smarrito
per volermi più bene.
Alla fine mi sono imbattuta
in un ramo secco
ho guardato in alto
ho sussurrato una preghiera
e le tue mani
mi sono tornate in mente.
Così ho spiccato il volo
convinta che mi avresti sorretto
ma sono caduta
e il cuore è precipitato
ove tutto è sospeso.

DENTE DI LEONE



Soffiami

sulla quiete dell’alba

sulla sincerità di un abbraccio

sulla gente afflitta.

 

Soffiami

come la piega del foglio

come il mare nella conchiglia

come il tè delle Mauritius.

 

Luce di mezzogiorno,

soffiami.



Al confine della vita

scruto attentamente

le ali posate con tremore,

momento soave

di un passaggio

nella ritmica del cielo

che tutto accoglie

con il suo infinito.

Ulisse



Finestra di mare
apriti
a questo vento implacabile
che tutto scuote
nell’umano animo
e scioglie nodi invisibili
e vince velocità stellari
e domina il sospiro dell’uomo.

Finestra di mare
apriti
alla luce che bussa.

Mattino



E il vento suona nello spazio
regalatogli dall’albero
tra rami e foglie
pronti per un lungo viaggio
tra salmi e figlie
dove inizio e fine
si confondono
dove primo e ultimo
sono grandi amici.

E l’eterno sospeso sorride.



Innamorati
delle rondini
che si perdono nella nebbia
tra i tetti
sui quali
neve cade
fitta fitta.

Innamorati
del rosso dei tulipani
che forse si aprono
alla luce di dicembre.

Innamorati
della vita
del cammino
della meta
della vetta
di me che ti aspetto
a cuore aperto.

NINFEE



Soffusa come la luce del meriggio
resti a fissare il cielo
con le sue nuvole tondeggianti
e scruti la vita che passa
dinanzi a te
dentro di te
senza coglierla pienamente
perché fugace ti appare
il passo che compi.

Primavera



Primavera
sboccia sicura
nel vaso del vicino
sulla ferrovia che attende
sul campo centenario.

Primavera
abbi cura
dei tuoi mesi
dei tuoi figli
che perdono petali
e sopportano il vento
e giocano a chi è
il fiore più bello.

Primavera
parla
con questo tempo
che ti bagna
con la sua pioggia
e permette
a te
gioiosa e tremante
di vivere.

Benvenuta Primavera!

Dieci giugno



Colpevole

di un sogno proibito

e mai realizzato

a mani aperte

in attesa

di un ritorno.

 

Colpevole

di baci rifiutati

di tramonti dimenticati

di isole lontane

di sguardi mai dimenticati.

 

Colpevole

di quando ti ho perso

e ho perso

la strada

che mi portava

al sole.

 

Colpevole

senza leggerezza.

Ultima domenica di agosto



Hai il profumo della domenica

come la gioia

che si ritrova

nei pranzi in famiglia

dove il sole sorride

dietro le tende.

 

Hai il profumo della domenica

apri gli occhi

sorridi

ascoltando

il tuo cuore che batte

e ritrovando

i colori

dell’amore ben colto.

 

Hai il profumo della domenica

quello che sento nella lanterna della mia anima

quello che supera la tempesta

quello che resta, come noi.

Domanda



Toglimi

la curiosità

di porti

una essenziale

ed unica

domanda

riguardante

il passo

che anticipa

il tuo sublime volo.

Quando sorridi –

curvo o retto che stai –

senti il tuo cuore

fissare il centro dell’Amore?

Andare e sempre tornare



A casa

ho trovato la quiete

in un battito cardiaco

in un ricordo sotterrato

in un fiore sbocciato.

 

A casa

ho tante foto

dentro cornici sui soprammobili

dentro libri decennali

dentro cassetti nascosti.

 

A casa

sono sempre tornata

con le mani vuote

e il cuore pieno di vita.

 

A casa

è  dove c’è mia madre

oasi di ricordi felici

patria di guerre mai combattute

scrigno di baci preziosi.

Autunno



Malinconia d’autunno

cadono le foglie

resistono i rami

vivono gli alberi centenari

si innamorano gli uccelli

mentre il tempo non si ferma.

 

Malinconia d’autunno

sospirano gli affanni

nascono gli amori

sfioriscono i dispiaceri

ed il telefono squilla.

 

Malinconia d’autunno

mi tendi la mano

osservo la linea della vita

che si unisce alla mia.

 

Aspettare è uno dei segreti più belli

dell’amore.

Viaggi del cielo



In cammino dall’alba

si vedono arrivare

una ragazza e il suo sposo

sorridono

e liberano i cuori.

 

In cammino dall’alba

questo viaggio finirà

con lacrime d’addio

con risate da bambini

con abbracci di solitudine.

 

In cammino dall’alba

hai conosciuto il cielo

non parla, sospira

non urla, piange

non sorride, si colora.

 

In cammino dall’alba

ti ho visto tornare,

prendi la barca:

ti porterò al tramonto.

LIMPIDO



Domani

cade il colore del cielo

diventa acqua

per le radici

dell’uomo

sopravvissuto

al diluvio astrale.

Girasoli e campi fioriti



Immagina

un campo fiorito

al di là del mare

un uomo che suona

la sua vecchia chitarra

una donna che nuota

sulla sua onda dorata,

ti salutano

i girasoli in festa

semi lontani di lune passate

ad attendere

la pioggia del mese

mentre si fanno cullare

dai raggi del sole

che bacia tutti

compresi i brutti,

compresi noi

che ci amiamo

ad occhi chiusi.

METRO



 

La voce dell’amore

disegna

una strada

dove avvengono gli incontri

che stravolgono

questo fare e disfare.

 

La voce dell’amore

colora

gli spazi vuoti

i fogli bianchi

gli sguardi distratti

il cielo impallidito.

 

La voce dell’amore

non cancella,

resiste

insiste

tra i vagoni della vita.

 

Canta amore, canta.

Cappuccino freddo



Amarsi

per poi trovarsi

risulta difficile

ma è la strada in salita

che porta alla vita.

Hokusai



Sul filo delle ore

lentamente

scorre

una vita

che parte

da un punto nel buio

e arriva alla luce

attraversando

un ponte sospeso

tra il volo d’amore

di due colpi di vento.

Estate



Nel cuore dell’estate

il mare è un amico

il sole bacia tutti

il sale profuma di felicità.

 

Nel cuore dell’estate

addio ai brutti pensieri

addio alle tristezze infernali

addio alla pioggia ballerina.

 

Nel cuore dell’estate

resti a fissare

il cielo

senza nuvole

senza paura

senza rabbia.

 

Nel cuore dell’estate

c’è un miracolo

che ti ricorda

ancora una volta

chi sei

e che ci sei.

Il vaso non trabocca



Il canto

scuote la rosa

viva trema

nel cuore

del giardino segreto,

 

tempo di vita

tempo di inchiostro.

Nuotare in profondità



Se tu guardassi in fondo al mio cuore

vedresti la barca

nel mare in tempesta

che naviga senza bussola

ma con la luce accesa.

 

Vedresti la fine e l’inizio

di quello che non siamo

di tutto quello che amiamo.

Guardare oltre



Lontano

appare il merlo

che solo trema

sul ciglio della strada.

 

Lontano

appare lo sguardo

che brilla

anche quando è notte.

 

Lontano

appare il destino

che forse si è perso

all’orizzonte.

 

Lontano

appare il tuo sorriso

che porto con me

e che sottovoce mi dice

“sono qui con te”.

Cielo stellato



Combattente

a te che cerchi senza trovarti mai

a te che sorridi

e hai versato un mare di lacrime

a te che sospiri

mentre il cuore ti pesa

a te che vivi senza dimenticare.

 

Combattente

a te che sei forza e fragilità

nello stesso momento

a te che aspetti

anche quando cammini.

 

Combattente

a te che non ti arrendi

a te che spicchi ogni volta il volo

a te che piangi lì

in silenzio.

 

A te che splendi di una unica bellezza:

la tua.

A Virginia Woolf



Virginia ha trovato la sua pace,
scorriamo nell’eterno ritorno
appartenenti ad un fiume
che sempre raggiunge il mare
e nulla resta,
in questo viaggio nel blu
di attimi ormai lontani.

Onda di vita, non mi lasciare.

Dolci infiniti



Ridere

Vivere

Respirare

e semplicemente andare.

 

Correre

Scoprire

Osservare

e sempre amare.

 

Guidare

Giocare

Piangere

e comunque rinascere.

Alla ricerca



L’importante è cercare

tra il buco nero

e l’onda gravitazionale

pura stella

esplode.

 

L’importante è cercare

nei fiori della guerra

un vento delicato

scopre una meraviglia

custodita dal tempo.

 

L’importante è cercare

l’amore nell’odio

l’arcobaleno nella pioggia

la libertà nelle catene

l’uguaglianza nel rispetto.

 

L’importante è cercare,

e trovare l’amore

ovunque si va.

Passi importanti



Ad ogni passo

si cresce

si perde

si cade.

 

Ad ogni passo

si scopre di essere vivi

completamente vivi.

 

Ad ogni passo

conosciamo la sofferenza

che galleggia

in anime inaccessibili

senza salvagente

tra onde anomale.

 

Ad ogni passo

sono stata amata

sono stata presa in giro

sono stata spinta

sono stata infangata

ma non ho mai smesso di camminare

e di sentirmi completamente viva.

Inverno



Arriverà l’inverno e avrà i tuoi sorrisi

sul viso pallido

bianco e timido

come un giglio.

 

Arriverà l’inverno e avrà i tuoi sorrisi

come gli amori lontani

che tornano

in dolci ricordi.

 

Arriverà l’inverno e avrà i tuoi sorrisi

ci ritroveremo

nella dolcezza della libertà.

 

Arriverà l’inverno e avrà i tuoi sorrisi

sui tuoi occhi

profondi abissi

per il mio amore.

Naufrago



Se ti senti

perso

in questo mare

pensami

e ritrovarti

non sarà difficile.