S.125

 

Pace al crepuscolo



Respiro gli infiniti blu

di cui il cielo si colora,

Il sole sfuma docilmente,

dietro l’orizzonte muore

solo.

Ascende al trono la dolce luna,

mentre più lontano nubi e nubi di pensieri

esiliano l’ultimo raggio,

fumi di scintille,

minuscoli sogni sempre stati li,

tenuti in ombra dal sole.

Trascorro la notte insonne

ostaggio di ribelli ricordi di luce,

ascoltando i sussurri

delle neonate stelle,

Inconsapevoli del loro tempo e delle distanze,

piangono in eterno,

le consolo con lo sguardo della mia effimera fiamma,

sorridendo all’infinito.

Poi la mente vien rapita da se stessa,

apro gli occhi ed è mattina.

Buio



Al di là di fame e sete

ancor più necessario,

Un pensiero blocca la notte

Non so che fare del mio respiro.