S.20

 

L’Errore



Se dopo tutte le manovre

Lascia i comandi allora

Cerca solo l’orizzonte

Venere Dentro



Più e più volte baciai le umide basi di Venere

inchinandomi a Lei senza pormi domande

Salire su per le bianche colonne

vedendo quanta potenza avvolgevo

Raggiungere quei luoghi dove il piacere sà di Vita

e non sapere più dove ti trovi

Mai si placa quel desiderio

nel raggiungere la laguna salmastra

dove è bellissimo il perdersi dolcemente

Sogno



(A Manuela)

Nel tempo che io

ossia stabilito

Divino



(A Ketty)

Piano

Mentre nel giardino

fiori crescono

Voli leggeri

ti avvolgono

Odori nuovi

ti raggiungono

Sei nel Presente