S.31

 

Vista



sono pazza?
gli occhi
ciecamente
offuscano
la sobrietà
del sentimento.
luce e aria e
rossi selvaggi,
lussureggianti
colori
dell’estate
e
respiro
profondo,
svergognato,
pesante,
intenso



ascolta
il silenzio
che permea la stanza

odora
il profumo di nulla
che arriva al naso

senti
le vibrazioni inesistenti
che elettrizzano i capelli

è questo
il senso
della vita

Oggi



come il vento tocca leggermente
il mio viso
tra il calore del sole
in qualche modo
qualcosa sembra fuori luogo -
una piccola rottura nel filo
che tiene questo mondo vicino

e delicatamente
con noncuranza
tiro
e tutto cade a pezzi
in un vuoto bianco
un sollievo momentaneo

fin quando mi rendo conto
che tutte le speranze e i sogni di ieri
sono crollate

lentamente
dai sottili fili
che un tempo formavano
una vivace vita
cerco di rimettere insieme
questo mondo

oggi il tempo
è bello
non è vero?

Più che bene



ho offerto il sale al mare
il calore al sole e
l’amore alla luna

mi hanno detto: non è sufficiente

ho offerto la mia anima
al diavolo
ha detto: sì, questo va più che bene

Labbra



ci sono fantasmi sulle mie labbra -
profumati di zucchero.
un volgare, dolce zucchero.

non proprio baci, lo so,
ma amari come baci, credo,
caffè e occhi negli occhi
per un addio in città,
cornee dilatate,
desiderio di pelle.

ma sono dolci
come dita alla deriva
su corpi d’onda.

questo giacere
porta sale sulla mia lingua
e brucia sulle pieghe delle mie labbra
quando parlo,
come il più salato degli oceani.

lo so, ho detto. lo so.
lui, dice, no. no.

sono solo fantasmi.

 

Ogni notte



E ogni notte ingoio sabbia  

Ma non creo perle di saggezza; mastico vetro  

Fioriscono anemoni nelle mie vene  

Il sonno profondo è il mio falso nemico 

Mentre dormivi



Il mio cuore è qualcosa che
Ho scritto
Sul dorso della tua mano
Una notte,
Con la penna a sfera,

Mentre dormivi sonni tranquilli

Bianco latte e blu profondo
Avvolto dalle mie dita;

Nel buio

Ho chiuso gli occhi

E respirato il tuo 

Essere poesia