S.40

 



E il vento le scostò i capelli
[...]
Rumoroso silenzio.

Omicidi



Noi [...]
vittime
di anime
impotenti.

Vuoto incombe



Tu cammini
io corro
ti tendo la mano
e ti giri
e ti avvicini
e mi sorpassi
come si sorpassa
chi non vogliamo
che resti.

Urla sorde



Balla ragazza

dai fianchi seducenti

nei luoghi oscuri

ove i sentimenti

sono schiavi viventi.

Sul palco

lascia scorrere

gli occhi ardenti

sull’esile corpo

di chi

tra la gente

brucia la voglia di averti

e tu

danzando

ti lasci trasportare

dalle sorde urla

di voi giovane innocenti.

Cielo d’Est



Gocce;

il cielo piange

sfiora

resto a guardare [...]

lo voglio aiutare

mentre scorre su un viso

senza sorriso

tracciando un segno, colmo

di vuoto

che nel buio regna

la notte lo insegna e

aspetto [...]

che scorra

su dita disidratate

su mani danneggiate

la pioggia

aspetto che pianga

un cielo senza speranza.