S.97

 

Dubiti



Se, amore mio, dovessi mai dubitare della mia presenza
conduci alla mente l’imago
di noi
dei nostri occhi brillanti
separati, illusoriamente, da pochi respiri
i nostri cuori palpitanti
che sanno il vero
e infuriano nel petto.
Quella è la realtà, quelli siamo noi.



Finirà come non dovrebbe finire
Di questo passo
Un giorno ci innamoreremo
E se deve andare così
Andrà bene
Andrà dannatamente bene
E andrà così
Perché si tratta di noi

Col senno di poi



Col senno di poi t’avrei baciato
Senza aspettare tutte quelle gelide serate
Senza aspettare tutte quelle notti insonni
Col senno di poi t’avrei baciato
Su quelle piccole labbra, senza riflettere
Con le mie mani tra i tuoi capelli
Col senno di poi t’avrei baciato
Per fortuna il senno di poi é giunto per tempo
Col senno di poi t’ho baciato
Col senno di poi m’avresti baciato

A small poem to my father



I’m growing in my skin while
You’re not getting old in mine
You should be a ghost living
In my shadow while
You’re wraith whitout a place.

Windy days



…she tells me:
“I love this windy days
Cause I can feel your perfume
Between my hair
And my neck”
We love each other but
None of us is ready
To admit that this is so real