T.07

 

Negazione



Mi sveglio la mattina, non sento più il tuo sapore.

Quel tuo sguardo, sincero, non riesco più a disegnarlo.

Sono sordo, non sento più battere il mio cuore, in sincronia col tuo.

Il mio sorriso è cambiato, non sono più lo stesso pazzo.

Lottare ho lottato, troppe lacrime ho versato:

mi sento debole, non riesco più a gridare,

un’ombra mi trascina, non posso più capire.

Quel sorriso mi tormenta, vorrei poterlo strappare.

Non riesco a ragionare, ormai cosa posso fare?

Non è un problema che si può risolvere con una semplice equazione.

Dunque la mia felicità, era soltanto una truffa?

Voglio vivere nella mia illusione, non pensare,

non ho più cognizione, mi sento offuscato, privo di sensi.

 

Desiderio



Vorrei essere libero .

Poter ondeggiare sopra le acque di un fiume

come in una favola, ma di quelle vere,

per poi riposare sulla riva, voltarmi

e lasciarmi trascinare

dall’incanto della notte e delle stelle.

Vorrei potermi perdere.

Non pensare, aprirmi al mondo,

ma la paura esiste,

e ciò non mi è concesso.

Vorrei donare al mondo,

ciò che non posso donare,

sogno, sono un povero eremita nella mia mente,

i soliti desideri di un pacifista,

che si fa per dire,

poiché di pace neanche l’ombra scorgo.

Lei



Lei, oscurata dalla mente,

ma non dal cuore.

Lotta, strepita, divampa in me

il suo pensiero, ricordo, quasi sbiadito.

Ridere, scherzare, giocare,

cos’è l’amore?

Domanda costante, mi tormenta,

perchè così tante emozioni?

Toccarti, abbracciarti, baciarti,

Cosa succede, ti voglio, perchè non ti trovo?

Arrabbiarsi, perdere la pazienza,

vorrei poterlo fare, ma dove siamo, come ti trovo?

Forse persi, è complicato,

rimedio? probabilmente nessuno.

Una soluzione, tanto desiderata,

ma infine ostacolata.

Solitudine, incertezza,

non provo altro?

e pure come si può dopo tutto …

…non poter dimenticare.

Ti penso ma non voglio.