U.02

 

Camere Separate



Se ti lecco con forza proprio sotto l’orecchio

allora lì troverò i tuoi sogni

Se graffierò via dolcemente i tuoi sogni

allora arriverò alla tua quiete

Se soffierò come il vento del sud sulla tua quiete

la farò gocciolare fino a scoprire le tue conquiste

E sotto le tue conquiste ci saranno i tuoi pianti

e sotto i tuoi pianti una bambola di pezza

e dentro la bambola di pezza l’isola dei giocattoli

Sull’isola gioca a nascondino il mistero dell’amore

ma se strapperò via il mistero dell’amore

troverò la bandiera nera dei pirati

la bandiera dell’anarchia la bandiera della poesia

E se chiederò alla bandiera da che parte andare

mi indicherà un posto dove tu non sei stata mai

Lì entrerò nelle nostre camere separate

e se guarderò bene vedrò un animale in agguato

dolce crudele e spietato

E mentre un disco suona piano

vedrò noi stretti che balliamo un lento

e ridiamo forte piangendo

Settembre – Foto di famiglia



C’era uno scaldabagno arrugginito

in mezzo al campo di grano

e un divano marrone sfondato

riposo di un gattaccio ubriaco

 

Ho pensato a mio padre

e a mio nonno

Non c’è da farsi troppe domande

quando vuoi scrivere una bella poesia

 

Ho svuotato la bottiglia di whisky

abbandonandola lì…

Spero che un giorno

qualcuno si ricorderà di me

Quei bravi ragazzi



Siamo solo dei bravi ragazzi

in tempi cattivissimi

e abbiamo pessimi vizi…

uno di questi è la poesia

Drift & Drive – Le nostre giovani vite



Sono due auto in testacoda

che si baciano con gli angoli

le nostre giovani vite

Polaroid – Marilyn a Gotham



Il giorno del compleanno di mio padre

ho scopato la ragazza più bella della città

Ero giovane ma conoscevo già Genesi 32. 24

o forse era Ezechiele 25. 17?

.

Sapevo che a giocare con i cuccioli d’angelo

poi ci si lecca le ferite sulla pelle

Ma era così dolce e perverso

masticare e mischiare i nostri cuori di tenebra

.

Poi cos’altro potevamo fare

dopo aver liberato gli animali dallo zoo

ed essere stati benedetti e banditi

dall’ultima festa del cosmo?

.

Ti ho chiesto di prendere una carta a caso

dal mazzo truccato dei miei sentimenti

e tu hai preso proprio quella…

non potevamo essere così distratti da non capire

.

Quando gli uccellini hanno rivelato l’errore

di aver superato la frontiera

con l’ultima sigaretta della notte

abbiamo dato fuoco ad un altro fottutissimo giorno

.

Fuori la battaglia era finita e tu cantavi

Happy birthday Mr. President

Happy birthday Mr. Joker

Happy birthday to you!

West coast



Ci sono due furgoni bianchi

in un parcheggio deserto

fanno un segno con i fari

e noi rimaniamo immobili impauriti

.

Ero uno squalo nell’acqua sporca

di una piscina west coast

mentre tu bevevi vodka

dietro occhiali da sole bellissimi

.

Abbiamo seguito fiutandoci tracce nella polvere

nell’illusione di non essere più noi le prede indifese

confessandoci il capriccio di volere tutto

e di non sapere che farne

.

A cosa serviranno tutte quelle notti

bruciate ad inventare meravigliose strategie

per affrontare le distanze dell’Amour fou

e i morsi del suo gemello cattivo?

Samsara



Quando sarai stanca

delle tue reincarnazioni

avvicina la conchiglia all’orecchio

 e sentirai l’eco del mio nome

.

Per 33 baci

avrai una preghiera per il cuore

Le lacrime di zucchero

sono il prezzo più alto per l’amore

Animali notturni



Ho ritrovato per sbaglio

il tuo orecchino

che avevo mangiato

.

All’alba

un dettaglio cinematografico

sul tuo trucco sbavato

.

Il tempo era un tirannosauro

e noi animali notturni

che si rincorrono lontani dal giorno

I racconti di Carver



Eri l’animale esotico della festa

La spogliarellista dentro la torta

La fine della primavera

quando arriva l’estate

.

Disegnavi con i miei nei

ideogrammi immaginari

Non hai chiuso bene la porta

e ti ho rubato tutto

.

C’era un esercito di soldatini

immobile a terra

Il più bello ormai

era spacciato

.

Avevamo le lacrime e la pioggia a confonderci

e tu mi dormivi addosso così all’improvviso

I racconti di Carver

non sono mai stati così belli

Il karma e l’unicorno



Desideravi tanto avere un unicorno

e ti ho dato il mio karma

ci giocavi

lo coccolavi

e ti piaceva

lasciarlo correre

libero

di farsi male

La bruja della pioggia



Era l’estate in cui i camion

prendevano fuoco

e tu giocavi ad accendere

fiammiferi sulla mia schiena

.

In spiaggia

con pistole vere

bambini giocavano

ad essere De Niro

.

Ho invitato una iena a cena

era affamata di carne

si è travestita da Bruja della pioggia

e mi ha letto il Destino

.

Mi ha solo sorriso

credendo di avermi confuso

Le ho sorriso

e l’ho confusa

Hasta mañana mi amor Pt. 2 – La mia maglietta che è stata tua



Ora fuori piove nel deserto

per togliere la sete ai fiori della carne

Avevamo un sogno erotico da difendere

fatto di meraviglia cielo e tatuaggi

.

Abbiamo perso tutto e poi sorriso

e dato un’altra mescolata alle carte del vizio

Chi cercava gli spicci nelle nostre tasche

ha trovato la mappa dell’isola del tesoro

.

La nostra favola della buonanotte è stata un tradimento

La nostra favola del buongiorno è stata una confessione

Ora so che pensa tua madre della mia faccia

Ma cosa dirò a mio padre quando scoprirà tutto?

.

Come un animale per svegliarti ti ho leccato le orecchie

gemendo Hasta mañana mi amor e tremando

In SudAmerica intanto cercavano di uccidere un dittatore

e da qualche altra parte un aereo si è schiantato

.

Io nella luce del mattino ho trovato un Satori violento

mentre tu nuda cercavi nella natura morta

di un letto disfatto distrutto

la mia maglietta che è stata tua

.

Forse sarai troppo lontana quando capirai

di cosa parliamo quando parliamo d’amore

lontana dalle mie dita

che ti stringono forte la gola

.

E io sarò lontano dalla tua pelle

che stava corrompendo la mia

lontano dalla tua bocca

che sbagliando chiamerà il mio nome

.

Ma fino ad allora voglio sentire

tutte le tue stupide bugie…

Ci facciamo divorare dal mare

o andiamo a rapinare una banca?

Hasta mañana mi amor



Ho cercato un porto insicuro

nel mio naufragio

nella parte migliore di te

Ti ho contato i denti con la lingua

fino a perdere il sonno

Fino a scoprirmi donna

tra le tue gambe

Hasta mañana  mi amor…

Poetic Justice – Amsterdam’s Polaroid



Sei quello che mi è stato dato

sei quello che mi è stato tolto

in un’implacabile Poetic Justice

 

Ariel – St. Pauli’s Polaroid



Ho nascosto i racconti

del mio primo amore

in una bottiglia

Spero riposino

in fondo al mare

Spero facciano innamorare

Ariel

Polaroid – Un incendio di banconote



Di tutte le polaroid

che ci siamo scattati con gli occhi

ne custodisco una

in un luogo segreto

.

Di tutte le poesie urlate a squarciacuore

ricordo quella che accese

una supernova al lampone

nel cielo della tua indecisione

.

E ci sono animali fantastici nelle nostre vite

come il cavallo funambolo

che vive in giardino

e aspetta dal giorno di San Valentino

.

Mi hai lasciato la tua preghiera segreta

nella cassetta della posta

era firmata da un bacio

al pompelmo rosa

.

Di tutte le polaroid

che ti ho scattato con gli occhi

ne custodisco una

in un luogo segreto

.

Guardavi lontano verso l’Isola che non c’è

e morivi dalla voglia

di farmi annegare

nella parte più acquorea di te

.

Il vento muoveva piano i tuoi capelli

e avevi la delicatezza delle api stanche

mi avevi costretto a rinascere

dopo quel sogno in cui…

.

Poi ti sei spogliata

e hai mandato in confusione le stelle

Eri bella come un incendio di banconote

Come i cadaveri delle bottiglie sul banco vuote

L.O.V.E. 2000



Ti sei mai chiesto…

Cos’è l’amore

ai tempi dell’Erasmus?

Innamorati e persi



A vent’anni avevo ancora i miei occhi azzurri

portavo in tasca il mio sorriso irresistibile

e il necessario per sopravvivere in tempi difficili

.

A volte dormivo in un piccolo cinema porno

abbandonato tra cuscini di pop corn

sognavo spiagge tropicali e tramonti rosa

.

alcuni mi chiamavano Lo Scheletro Ballerino

ma per tutti ero Pablo

 colpa di una vecchia canzone

.

Scambiavo barzellette con bianchi profeti biblici senzatetto

riuscivo a sorprendere amici e nemici

con piccoli trucchi di magia e poesie sulle banconote

.

Poi una notte malinconica e piena di serial killer

non potevo più resistere…

non potevo più aspettare…

.

Dovevo rubare una decappottabile nera e venire a rubare te

volevo portarti a scopare sulla Via Lattea

ma per quello forse era troppo presto… avremmo avuto tempo…

.

Ti ho rubato solo un bacio nel sonno

tra un respiro e un brivido di freddo

ti ho illuso fosse solo uno strano sogno

.

Anni dopo ti ho incontrata davvero

mi hai chiesto il mio gusto di gelato preferito…

Eravamo innamorati e persi al primo battito di ciglia

 

La linea del tuo culo



Il cielo delle mie dita cerca ancora

la linea di mare del tuo culo

tra quel poco che si guadagna

e la meraviglia che si sperpera

.

Tra l’amnesia del dolore

e il ricordo della gioia

che macchiava di nero

le lenzuola appena pulite

.

Mi piaceva la delicata tentazione

di scombinare i tuoi sogni da cerbiatta

con i miei racconti della buonanotte

haiku di baci mai dimenticati

.

L’ho fatto per tutto l’amore

che scortica il mondo

e che con le sue mani bambine

ha scorticato anche noi

 

Nel fondo di un Mojito (Tramonti di Hollywood)



Mi hai trovato tra i resti

di una festa in piscina

tra un unicorno sgonfio

e un cane addormentato sfinito

.

In un tramonto da Hollywood

con gli occhiali scuri

la mia vita era appesa ad un filo

legata alla tua

.

I Detective

mangiavano un cono gelato

sudati

senza aria condizionata

.

Non ci prenderanno mai

Non ci troveranno mai

nascosti a fare l’amore

nel fondo di un mojito

Quella mia voglia di mare



Figlio quanti anni hai? E quanto mondo ti porti dietro?

Io… il mondo l’ho abbandonato per un bacio e un segreto

.

Ma quale cuore Figlio mio… non sai… me l’hanno ucciso da bambino

L’ho sepolto con tre monete d’oro e ho innaffiato il vuoto bevendo vino

.

Figlio con quali occhi… con quali occhi vorrai scappare?

non certo con quelli di tua madre… buoni solo per poter tornare

.

Figlio con quali sogni… con quali sogni vorrai annegare?

Di certo non con i miei che già profumano di sale

.

Figlio basta! Ma cosa dici?… io a tua madre l’ho conosciuta

guardando al freddo la luna dall’unica barca sopravvissuta

.

Figlio… buon viaggio e cerca di rimanere vivo

e non dimenticare di buttare un fiore a mare

il giorno del mio compleanno

.

Padre… tu cerca di non morire

e non dimenticare di raccogliere un fiore dal mare

il giorno del mio compleanno

Into the Wild



“Cosa fai nelle mie terre selvagge?”

“Sono venuta per distruggerti”

.

Un panorama di Cuba

addormentato nel fondo del bicchiere

C’è un angelo a dirigere il traffico

Il sole è incinta…

.

“Mi ami?”

“Come un fiore d’oleandro”

.

Il pescatore cuore di tabacco

stringe la mappa delle stelle col suo nome

È partito per un lungo viaggio e non si è mai guardato indietro

ancora non ha paura di non saper nuotare

.

“Chiedimi tutto quello che vuoi”

“Insegnami a parlare”

.

La Regina colleziona in segreto francobolli

e ha un uccello migratore per amico del cuore

Ha chiesto al Coniglio di tatuarla con vernice al latte

domani dovrà entrare nella casa della luna

.

“Ho deciso: Ti insegnerò il segreto dell’amore”

Cercheremo il mare



Le pistole con la bocca nella sabbia

fumavano ancora

fumavano forte

e come noi non riusciranno a smettere

.

Un po’ di purezza

ci ha salvato la pelle

come i nostri nomi Indiani

e i nostri amori da combattimento

.

Andremo insieme

a vedere lo spettacolo

dei suicidi dei Sempre

e dei suicidi dei Mai

.

Quando le ossa delle nuvole sedate

usciranno finalmente allo scoperto

cercheremo il mare per sposarci

e per sorprenderci…

Haiku



Un po’ drogato

lo Stregatto appare

Nera la notte

Machete



Machete ha perso sei figli

nell’ultima battaglia della Rivoluzione

Ha trovato Dio nella bottiglia

ogni tanto lo prega per un Amore

.

Ora i coralli sono pronti

sul bordo vertiginoso della notte

per annegarlo in un oceano

di conchiglie preservativi e stelle rotte

.

O per aiutarlo nella ricerca

della sua prima e ultima moglie

con la coda di pesce

e gli occhi scuri umidi di voglie

UltraViolence



Mi hai rotto le costole

per far evadere

il cuore dal gabbio

Il Crimine paga



La scimmia  continuava a fissare

l’oliva morta nel Martini

aspettando uno di quei miracoli che

per dispetto accadono nei peggiori inferni

.

Uno di quei miracoli

che riempiono i bicchieri

fino alla fine

senza dover pagare

.

Oppure dovrà ballare ancora

e raccogliere le monetine

vendere crack nel vicolo

o giocare col coltello

.

Come da cuccioli… quando crescendo

impari presto che oltre la morte

L’unica certezza è che il crimine paga

forse non sempre… ma spesso si

Palloncini



“Secondo te dove finiscono i palloncini

che scappano e si perdono nel cielo?”

.

“E i sorrisi che si spengono?”

“E le preghiere che non vengono ascoltate?”

.

“E le lettere d’amore

che naufragano negli oceani?”

.

“Quelle le mangia una balena enorme

con una macchia sul muso a forma di cuore”

.

“E i sogni che cadono sotto i letti?”

“Per quelli c’è un topino povero

un ladro senza monete per ricambiare”

.

“Ora posso baciarti

o verranno eserciti

di angeli terroristi

a tagliarmi le labbra?”

.

Lei mi guardò e sorrise…

.

Chissà dove finiscono gli amori quando finiscono?

M’ama non m’ama



Ti ricordi quando rubammo il cielo di Edimburgo

con i suoi cori hooligan di ubriachi tristi

per proteggerci nel nostro letto distrutto?

.

Quel giorno ti sfiorai i capelli per la prima volta

e dentro le mie mani trovarono un quadrifoglio

Io volevo giocare a m’ama non m’ama

.

Hai tirato su di noi le coperte

e sapevamo entrambi la risposta…

ma a nessuno importava

Incomprensibile



La luna sputava monetine con tenerezza

Lei disse piano qualcosa di incomprensibile

Le rispose un Bandito dall’altra parte dell’Oceano

Le rispose che l’amava da un millennio