V.19

 

Castelli di sabbia



Se ne è andata anche l’onda, col suo passo malfermo; l’ultima sedicenne ubriaca della festa. Adesso ho tutto per me: paletta secchiello rastrello quintali di sabbia e ruspe e legni e progetti a volontà.  Non mi avevano avvertito che l’alba ti coglie impreparato. Che il vuoto non è una sfida e un castello sull’acqua non può

galleggiare

 

Ho afferrato

paletta secchiello rastrello biglie conchiglie e tutto il resto dei pezzi che l’onda si è lasciata dietro
il suo passo da ubriaca.

 

Ma non basta

ancora

la perizia del carpentiere

 

Neanche il mare

intero

racimola formine

e arnesi abbastanza a dar forma

al vuoto.