W.01

 



le camere

su argilla di papà

verranno sedendo a rudere

per l’orlo vivo del cannéto

avranno il paesaggio

costretto in una cornice

cronica a penzoloni

come tenda senza verso

o come foglio debole

che cadrà via

con l’ultima pietra

 

i quadri

che chiamavo a lignaggio

della mano mi spogliano

nella genealogia

della facciata come fiato

cosa resta se resta

è il fiato che affila

ognuno dei possibili fiori

se resta resta come

un recitativo strozzato

sul quarto sonoro di gola

battuto dall’angoscia

 

se ricapitolo i fogli

senza binari con i fiati

e i fiori trilatero

il cuore esatto (…)