Il mio funerale
la folla
il mio resto esiliato dietro di me
e una distanza che non torna
che non si placa
come un respiro
non si plasma,
non dimentica.

Solo un’onda questa,
solo anomalia
la mia, la tua ombra
che rigetta e non santifica
che punta alla gola

in punta di vuoto