Era il mio mare,

e mi ci perdevo dentro.

Con lui mi scagliavo contro la terra e tornavo indietro,

portando sempre via qualcosa.

Stai rompendo il guscio di pietra, disse.

Sapevamo che bastava solo uno sguardo.

Quelle, erano le regole del nostro gioco.

Lei taceva, io capivo.