III.

Or or’ che taci

mancano i tuoi occhi nella notte

e i tuoi baci 

come lotte.

I colori cremisi 

dell’alba bolognese

accolgono la crisi.

Ormai anime tese

tra i silenzi infiniti

dei nostri amori falliti.