Le manette dei tuoi sguardi ai polsi,
imprigionati dentro al carcere dei tuoi discorsi.

Ora d’aria per uno scherzo.

Non siamo mai piĆ¹ evasi,

Galeotti dei tuo sguardi.