“Sguardi”

Guardarti mentre ti muovi e danzi con le nuvole ,
crea così vivida disperazione tra le mie vene.
Sentirti scorrere vicino , come un fiume che scende
dalla montagna dei miei pensieri
rischiarando la nebbia che mi circonda .
Sento rumori intorno a me attraversarmi
come lame nel vuoto ,
percepisco sguardi duri come marmo lanciati dal cielo
e cadermi addosso;
ti sento nella notte tra i sudati incubi
ed i sogni più piacevoli
ti sento nelle rondini che cantano in lontananza
quando pensavo di essere solo ,
ti sento negli echi del mare nei giorni di pioggia,
ti sentivo quando i tuoi sguardi si facevano pesanti sul mio viso,
sentivo quando l’impiegabile mondo ti abbatteva
e pensavi di cadere.
Credevo di sentirti quando mi stavi vicina ,
credevo di aver dimenticato il tuo sguardo , ed
improvviso eccoti ,
ad illuminarmi il viso
come il sole fa con i girasoli
ed io non posso che lentamente volgermi a te
e guardarti
come il cielo fa con il mare.