Ti ho aspettato ieri sera a mezzanotte

In piazza davanti alla fontana

C’era l’ultima porta,

Dovevi arrivare prima che si chiudesse.

Non ce l’hai fatta.

Ti ho vista correre con i capelli al vento

E la tua grossa sciarpa che toccava terra,

I tuoi occhi affamati, il fiato corto.

Era tardi.

La fontana ha continuato a gorgogliare

E io sono rimasto lì, e tossivo inutilmente

Come un accendino vuoto.