Credo
di averti presumibilmente amato
e contemporaneamente detto addio
in circa due secondi e tre quarti,
ricoprendo mentalmente lo spazio-tempo di una storia non vissuta,
mentre aprivi nuovamente la porta di casa,
con quel cigolio eterno delle cerniere secche
che hanno il suono del torcersi delle mie braccia mentre ti stringo.