Ti regalo le mie labbra

Ti regalo le mie labbra

a patto che tu mi conceda le tue

per perdersi nel silenzio,

tra l’accarezzarsi il viso,

con le mani tra i capelli:

stringimi perché sono tua.

Da quando ci siamo visti

la tua mente m’intriga

e ti regalo le mie labbra

per poterci conoscere a fondo.

Non so poi, per quanto resterai

ma io sono questa, nessun segreto.

Forse sbaglio, ma non voglio lasciarti cieco

conoscerai i lineamenti del mio corpo,

le curve della mia mente,

le cicatrici sulla pelle.

E se vorrai

una sensibilità errante

che vaga sbagliando

nel mostrarsi d’impeto

per perdersi nella mente

tua:

prendimi.