L’osservatore

Sa che l’apparenza lo inganna,

così non si accontenta di un’occhiata.

Scruta sempre ciò che lo circonda

quando vive una storia o gli viene narrata.

 

Cerca di carpire i dettagli,

di comprendere i segni;

incisi nell’anima come tagli

di trascorsi pesanti come macigni.

 

Si immedesima e cerca ristoro

perchè quelle cicatrici appartengono anche a lui.

Vuole sentirsi vicino a loro

per avere la sensazione di non essere mai stato solo.