XXXIII.

Dimmi alla fine di tutto cosa resta.
Dimmi se giocare a far gli innamorati
ne vale poi così la pena.
Brandelli di vita, condivisi eternamente,
vani appigli.
Morremo soli, per legge superiore.
Porgimi il braccio, amore,
sarò tuo fedele compagno in questo scontro,
dove siamo
vinti in partenza.