Alla fine della morte inizierai a vivere.

Nel tuo paradiso di fede
l’aria sarà neve
e cento fenicotteri rosa cavalcheranno il cielo
ad emozionare i tuoi occhi.
Luci di Natale
fioriranno anche all’alba
e segneranno le porte
del domestico tuo tempio.

Nel sogno magico
d’una città viva
respirerai l’ultimo sorriso,
ed il tuo capo stanco
- sorreggerà -
una spalla tardiva.

Alla fine della morte, inizierai a vivere
Andrai al principio del mondo,
aprirai i sipari
e si faran ruscelli
questi immensi canali.

Parlerai Amore:
d’altro saprai niente.

E mi sarai Madre

Eternamente.