Scende la sera

cupa sul mio cuore,

distrutto e appassito

come un fiore reciso.

 

Scende il buio oscuro

sulla città che mi accoltella,

quella stessa che prima

m’appariva così bella.

 

Ora le luci sono spente,

ed io non vivo,

sono assente.

 

Spente le luci, spento il mio cuore.

Distrutta me e il mio amore.

Abbandonata in un luogo indeciso,

morente come un fiore reciso.