Assenza

Stanche labbra appassite
disegnano nell’oscurità
un languido e falso sorriso.
Pupille spente e avvizzite
guizzano nell’immensità
notturna in cerca del tuo viso.

Con quell’ultimo barlume di speranza
morì in me ogni esuberanza.
Grigio e nero è il mondo intero per me,
ha perduto i colori quando ho perso te.