L’ANIMA DEL BOIA

L’ultimo soffio del tuo spirito

E’ scivolato via dal filtro dell’aria

Mentre tutto il tuo sangue

Si è versato sul pedale centrale

Non sei stata più veloce

Del luccichio di un cellulare

Di una ragazza sbucata

Dietro alle marmitte

Un innocente istante di frivolezza

E’ bastato per tramutarti

In inconsapevole brando

Di un destino annoiato

Un nero lenzuolo ha frusciato

Accanto alle luci di posizione

E ora un dito ossuto

Ti accarezza la gola

Con noncuranza

Non importa chi tu fossi

Nella tua vita precedente

D’ora in poi

Dal suo ultimo respiro

Al tuo ultimo verme

Tu sarai

Il carnefice