Colori seppelliti

Provengono dall’antica Roma

le lame d’oro taglienti

affondate nelle mie smagliature

Venere le fece penetrare

mentre lacrime sanguigne,

figlie di sguardi indiscreti,

mutavano in cemento

che da allora,

urlante,

opprime

i colori seppelliti

del mio morbido corpo ramato.