Numeri primi,
primi pensieri.
Una notte m’accoglie,
generosa e consapevole
di resettare la mia mente
con un sogno.
L’alba di domani
sarà il mio real ritorno.
Brevi lune
contrastate d’un sole
offuscato di nebbia
come l’occhi mei.
L’unico sole triste,
tendente a infinito.
La luce
raschia via la mia ocrea voglia.