11:11

Io non ti penso alle tre di notte

quando non ho altro per la mente,

quando tutti dormono,

quando non ho distrazioni.

Io ti penso quando giro l’angolo e spero di trovarti lì,

ti penso quando qualcuno prende il gelato alla nocciola,

ti penso quando guardo il mio riflesso allo specchio,

ti penso quando rido davvero,

ti penso quando ho mille persone intorno,

e capisco che è inutile combattere,

che tu sei lì,

esisti e persisti

nei desideri che esprimo alle 11:11.