Il mio essere e non essere 

Si completano nel paradosso 

La mattina non esiste

e si perpetua poi in una notte affamata. 

Spuntino di mezzanotte di me stessa,

mi divoro con pensieri tanto scuri

che neppure la lucetta del frigo riesce a mitigare.