Cinque e trenta

il baratro non esiste

e non può esistere

se più di una volta mi sono persa

in sconfinati spazi angusti

dentro di me

e ancora al mattino

la luce mi esplode contro.