Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
4 + 2=

(3248)
>
(3248) V35
0

Vorrei dirti
Che
Per te
Darei
La mia vita


(3247) Mauri
0

Mi manchi

Il tempo scorre
inesorabile
e non voglio dimenticarti.
Vorrei uccidere
le nostre paure,
spegnendole in un mortale abbraccio
che sa di notte
eterna.

(3246) ⚡️
0
email

cosa significa pensarmi
un giorno mi hai chiesto
ed io campi di grano immaginai
con te distesa al mio fianco
e non desideravo altro


(3245) ⚡️
0
email

scrivo di te
per avere un punto fermo
parole sopra queste carte
restano in eterno
ed io le tengo come
un pezzo d’arte moderno

(3244) r.s.m⚡️
0

cosa significa pensarmi
un giorno mi hai chiesto
ed io campi di grano immaginai
con te distesa al mio fianco
e non desideravo altro

(3243) Sisis
0

Cielo di notte, un raggio di luna
E mille bagliori sul mare:
Tutte le maschere dell’animo.


(3242) Oscar
0

Passeggio in solitaria compagnia, pensando a te.
Penso a quanto mi manchi il tuo calore nonostante questa afosa notte di giugno. Quante ne abbiamo passate e noi sempre più distanti, ma così meravigliosamente uniti.
Il mio cuore mi sussurra follie... correre a baciarti sarebbe una di queste...
Che sia amore, ragione o un vorticoso equilibrio di entrambi a non spingermi follemente tra le tue braccia, non so dirlo.
Ho solo imparato a dire ti amo e voglio dedicarlo a te.

(3241)
0

Casa è dove ci siamo noi

(3240) L59
0
email

L. 95 dove sei?

(3239) Cit
0

E mi lasci qui
sotto il peso di questo silenzio,
nessuna nuova comunicazione.
E passano: i secondi, i minuti, le ore, i giorni... anche le notti cortissime e affollate di pensieri di questa calda estate, mentre una falena vola vicino a questo schermo io rimango qui schiacciata da questo assordante silenzio.

(3238) L'oro del Klondike
0

Senza sosta cerchiamo
L'oro del Klondike

Raschiamo
, automi,
fra i silenzi
per ritrovarci l'amore


(3237) Ettore
0
email

Chissà

A volte il lavoro salva
Ti piace guardare senza partecipare
Nei sogni si recupera qualcosa
Grazie per la delicatezza
Felice sei quando vuoi stare con chi ami a prescindere dall’altro
I problemi ce li creiamo da soli
Me lo hai ripetuto più volte

Imprecisate gradazioni di rosso
Come il tramonto
Come il sangue che vedi ogni giorno
Come le efelidi che hai sulle orecchie
Come gli occhi che lacrimano controvoglia
Come le labbra
Come i capezzoli
Come le parti del corpo dedicate al piacere
Come la tua pelle pallida disidratata al sole

Una risata di gusto
Un abbraccio accennato in gelateria
Uno sguardo incompreso
Poco so di te

Con chi ti risvegli al mattino?
Chi recuperi nei sogni?
Portami al mare a esprimere desideri

Ci incontriamo nella realtà
Se ti va

(3236) Lei
0

Il tuo mutismo selettivo

Non so se ho capito proprio bene a cosa pensi
Quando ti scrivo.
Quando ti scrivo
mi tremano le mani
e sento che mi va quasi via la voce
ma questo è un classico per me,
Per non stare qui a raccontare la tachicardia di quando ti vedo e non riesco nemmeno a guardarti per più di due secondi
Ma perché?
Perché faccio così?
Perché fai così?

(3235)
0

Casa è dove sei tu.
Nessun posto dove non mi vuoi potrà mai esserlo.
Nessun posto dove non puoi stare tu sarà mai casa.
Oggi però non mi sembra di averne una e anche la strada mi sembra di non averla mai percorsa.

(3234) Retermist
0

Tele_fiamma ecc ecc ecc: cosa dico?
Ho fatto un'altra lingua ma che senso ha?
Non pare più vera di prima ma solo più enigma-
Tica, solo un po' meno chiara

(3233) Retermist
0

La mia stanza l'hanno invasa gli insetti volanti
Insieme a tutta casa: e qui soprattutto
La zanzara mi annoia. Viviamo
In un limbo questo duemila
Diciannove, come si fosse persa la forza
Che tiene assieme i muri;
Le parole si son tutte sciolte
In liriche di erudito.


(3232) Ilaria
0
email

un buco nello stomaco
i pensieri io li vomito
metto in fila come con l'abaco
le paranoie con cui mi limito
non riesco a venirne fuori
questo è un tunnel degli orrori
quando anche l'umano ti fa paura
è lì che inizia la fregatura
della mia vita è la sventura
quest'ansia mi cattura
mi cuoce a lenta cottura
nel brodo che ogni giorno mi preparo con cura
questa corazza sembra dura
sotto c'è solo spazzatura
mia madre che mi scongiura
questa testa non è pura
la scorciatoia non è poi così sicura
mi chiude nelle mie mura
dell'esterno ormai ho paura
mi infliggo questa tortura
è la mia anima insicura
che proietta la sceneggiatura
di me nella radura
con la faccia tutta scura
in affanno l'andatura
come se fossi una sciura
La morte a me fa paura.

(3231) Mario
0

Voglia la distanza perdonarmi se odio la sua essenza. Mi separa dal bisogno fisico di unirmi al calore di lei, che invade completamente il mio cuore.
Quel felice distacco mi fa sentire la mancanza di averla tra le mie braccia insaziabili di lei.

(3230) Piero
0

La notte scende
Ed inizia la danza di una trentina di moscerini intorno ad un lampione vicino la finestra.
L'attesa interminabile
E tu ed io uniti da questo sfondo nero e
separati da queste righe bianche separati da queste stelle sempre uguali sempre quelle.

(3229) paolo cardillo
0
email

RICORDI
“Ricordi”,
pesanti come macigni,
gravano sul mio vissuto,
finchè la malinconia,
li rende leggeri,
come petali di rose,
e il vento se li porta via,
lasciandomi con solo
il suo profumo.

Paolo Cardillo 15-6-2019


>