Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
5 + 1=

(3595)
>
(3595) S
0
email

Svenni e mi persi in un sogno,
una stretta tela di un ragno.

Ero illuso d’amore e la fissavo,
mi scorsi allo specchio, ero vuoto:
buio nelle pupille, sangue dalla bocca
colava su un pavimento di marmo.
Il mio cuore ferito gridava.

Sentivo buio nella mia pancia
salendo ai polmoni l’affanno mi prese,
la mente si fermò, persa in un attimo:
scordai la sua figura e mi persi nel buio.

Perdere la luce è finire.
Fragile sono la notte.

(3594) Sweet dreams
0

Guardo i miei ricordi
insieme alla mia timida adolescenza.
Ci sei ancora tu
che dopo 5 anni
sei ancora lì
in quella casa ancora in vita
piena di nostalgia

(3593) Visi
0
email

L'amore
è del colore del cuore.
Come un bacio
sul velo dell'acqua
limpida
Sopra un bocciolo di rosa.

(3592) Tania
0
email

amo le vostre poesie

(3591) Marta
0
email

Abbi cura di me
Nuda e fragile illusione

(3590) Nuovo inizio
0

Fare e finire
Col sentirsi in colpa
Restare fermi e sentirsi
Ancora più in colpa
Sarà quest’inverno
O forse la primavera
Che più tardi arriverà
Ma restando uguale
Sto cambiando
Resto calma
Quasi contenta
Nulla mi tange
E il sole risplende

(3589) ics
0

Mi fermo qui la sera
cercando invano di far ritornare il passato.
Leggendo delle vecchie poesie per te
che ormai non sei più mio
ma forse mi son sbagliata...
non sei mai stato mio
e mai più lo sarai.
Mi è difficile ammetterlo
mi divora questa gelosia, più amara
di un caffè senza zucchero,
di una cioccolata al 99%.
E poi gelosa di chi?
Di lei che ti bacia
in questo video sul cell inviatomi
indirettamente?
Forse...
ma quello che conta non è con chi stai ma come stai
e tu sei felice
adesso...
solo questo.

(3588) Magda Ave
0

Ogni giorno
bevo la mia colpa
come un caffè amaro:
a piccoli sorsi
sperando,
in fondo,
di trovare lo zucchero che non ho messo.

(3587) da qui al vuoto
0

Vado a fare una passeggiata
è da troppo tempo che son chiusa in casa
fuori fa freddo
ma metterò un cappotto pesante
tra tutta quella gente
persa
nella vita che è così stressante
un modo di fare
un modo di camminare
catturerà la mia attenzione e non sarà alto che perfezione
spero solo che mi porti a destinazione

(3586) Dhimiter
0
email

Tieniti stretto chi,
nei tuoi giorni bui
Quando perdi i colori
E vedi tutto grigio,
Ti dona un po' dei suoi
E ti ricolora, un po'
Per quanto possa

E lascia andare chi,
Affacciandosi alla tua finestra
E vedendo la tempesta,
Se ne va, altrove, a danzare
Tra il giallo dei girasoli, e il cobalto del cielo.
Per poi tornare, pensando di godersi
Il tuo arcobaleno

(3585) Ilaria
0
email

Non avevo
Neanche
Uno spazio vuoto
Hai preso
Tutto
Quello pieno

(3584) Marta
0

conto i giorni.
Il weekend mi spezza il fiato.
Mi annienta la lontananza

Uno sguardo,
Saperti sereno,
...
Saperti
Sapere

di Te

(3583) Salvini
0

Incoerente sei tu
E uccidi innocenti


(3582) M3582
0

Più ci penso e più mi convinco
Che non sono niente, non sono il mondo
Non sono l'aria che lui respira
Non sono il cielo a cui lui aspira;
Non sono il mare, non sono il vento
Non riempio il vuoto che si porta dentro.
Sono polvere, così scura
Così assente
Nella mente
Che non fa paura.
Sono l'ombra dell'universo
Così vuoto e così immenso
Da sembrare niente,
Il pezzo di un puzzle inesistente.
Ma perché discuterne,
Perché pensare?
Se in testa ho solo parole amare...
Non vale la pena
Mi dice il cuore
Di ripetere sempre la stessa cantilena.
Tu vali tanto e se saprai aspettare
Sarà lesto l'amore
E non tarderà ad arrivare.

(3581) M00
0

In una notte di settembre
Illuminata dalla luna
Due anime si abbracciano
Senza paura alcuna.
Un battito di ciglia
Scandisce il momento
Che separa un bacio
Da uno sguardo attento.
Niente più limiti in quegli occhi
Scuri e delicati,
Che comunicano silenziosi
Quanto sono innamorati
Di quel sorriso
Di cui non sanno fare a meno
E di cui di giorno e di notte
Il pensiero è pieno.
È un peccato non potersi toccare
Sugli scalini di un edificio
Fermi ad aspettare
Che arrivi il momento giusto per potersi amare.
Allegre risate,
sorridono le stelle
Mentre le due anime si stringono
Pelle contro pelle
E in quel momento
Un profondo bagliore
Esce piano dalla mente
E anche dal cuore,
I due estremi che l'amore ha saputo rapire...
E improvvisamente non è più solo la luna
A saper illuminare.



(3580) GM
0

Ad un parsec da te

Ho fatto m'ama o non m'ama...
era un fiore a petali pari.

(3579) Dalilvi
0
email

Mi chiedo spesso
di sto benedetto vortice.

Mi piacerebbe svegliarmi senza vedere l'occhio del ciclone.

Che sia da questa parte o dall'altra, mi basta svegliarmi e non vederlo più.

Magari, non svegliandomi affatto.

(3578) vincenzodagogh
0
url  email

Le fredde mattine di stanze buie in cui
la pelle ti è cucita al lenzuolo e
senti la pioggia scrosciare fuori dalla finestra
volta lentamente il capo verso me
Il grigio dei tuoi nuvoloni
sarà il nocciola degli occhi miei
nei quali puoi annegare
Fuori, allora
saranno solo gocce che pizzicano i vetri
Dentro
sarà il sole
del sorriso tuo un po’ stanco.

(3577) Danae
0
email


Potesse il mio cuore
gonfiarsi
del vento
che colora i miei pensieri;
scorrere melodioso
in tutti gli anfratti,
colmarli.
Questo comincerebbe così
a galleggiare
non curante
non più, di ciò che lo trascina
a fondo;
sentirlo riempirsi
ricolmo
fino a sfiancarsi.
Ad ogni crepa, una lacrima poi
mi sorride
e mi ringrazia.


(3576) je_ne_veux_pas
0

Perchè è così frustrante
Il tuo sguardo?
Perchè è così doloroso
Il tuo saluto la mattina?

Forse ho sbagliato io
O non ero adatta
Ma mi fa male
Vederti con altri

Qualcosa provavo
Ma non ci hai fatto caso
E sì, non ho avuto coraggio
Perchè eri tu la posta in gioco

Il tuo sguardo
È sempre rivolto
altrove al mio

>