Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
1 + 1=

(3458)
>
(3458) Fiore_lino?
0

non riesco a scrivere queste cazzo di parole che vorrei dirti
della serie che non dormo e che tu sei il sole che non tramonta mai in una fottuta giornata passata a cercare la tua bici rubata che "cazzo ho sonno ma non mi fai dormire con quella tua luce schifosa" ossia smetti di apparire di fronte ai miei occhi o me li cavo con un chiodo per non vederti più.

(3457) Gerd
0

Leggo e rileggo le stesse righe
accendo e spengo
lo schermo
riaggiorno in continuazione
questa finestra
con la vana speranza
che ci sia un tuo messaggio
che mi aspetta
pronto per essere letto
invece leggo e rileggo
le stesse righe

(3456) Andrés
0
email

Come cacciatori di una sera troppo breve per morire alle ombre del destino, io galleggio

ad occhi aperti nelle salme del mio sentire.
Quando, quando la poesia assorbita potrà riempire le mie labbra, di soffici soli ed eterno sentire?
Odo una rivoluzione soffiare nel petto, come un gelido inverno che insolente scheggia le mie ossa...ma chissà, chissà quale profilo di giovane rosa, accarezzerà mai il mio vecchio avanzo di infinito.

(3455) Una formica in un mondo di giganti
0

Aria


Ci sono momenti come questi dove mi manchi come l'aria, nonostante sappia che tra qualche ora tu sarai con me.
Mi manchi ancora di più.
E quasi mi si blocca il respiro se non smetti di mancarmi.
Ci sono momenti dove mi manchi come l'aria e io odio respirare.
Odio l'aria che è così inquinata in questa piccola città.
Ma amo te che sei così pura come l'aria in montagna.
Odio respirare ma amo respirarti.

(3454) L B
0


Un’altra notte di pensieri
Altri mille incerti futuri
In nessuno di questi qualcosa che mi curi.
Non sarò mai ciò che ero ieri !


(3453) gg
0
email

Musicalmente attivi.
Con note casuali,
Suoniamo le albe.
Le corde tra i denti:
Le rompi o le baci?
Con le labbra d'incenso,
Nella stanza chiusa
T'inspira.

(3452) gg
0
email

Cadi Acerbo
dal mio albero.
Se solo avessi potuto
smuoverti,
Sarebbe stato più semplice
averti in me.
Indigestione sofferente.
Matura! Matura!
Ora ho il tempo di aspettare.
Solo tu riusciresti
a saziare la mia fame
che ho reso, per te
Acerba.

(3451) Leonardo B.
0

R 3

Eterno rimorso,
quello di non aver compreso
quanto grande fosse
il mio amor per te.
Tanto almeno,
da essere immune al tempo stesso.
ti amo,
e cosi sarà,
finche ne avrò forza.

(3450) M
0

Il tuo sguardo ipnotico,
Il tuo passo lento e felpato,
Come si fa a guardarti e non rimanere affascinati?

(3449) Buongiorno
0

Ti sognato,
Non succedeva da tanto
Per fortuna

Ma tu ci pensi mai
A come stavamo bene insieme?

(3448) Rachele
0
email

Perso te
Ho perso la poesia.

(3447) Poesia italiana
0

Le poesie non servono
a un cazzo
se la persona che ti piace
non parla nemmeno
la tua lingua

(3446) it V
0


Forse ti ho visto

Forse era solo un'illusione

(3445) Cometa
0

Facesti l'amore come Danae
Ed io come un necrofilo
sul corpo di un'idea

(3444) Rabin
0
email

Piove, sulle anime sparse
Dove mi perdo,sognando
Impassibile l'impossibile.
Per chi il mio cuore arse?
Erro solo, stavo pensando,
Sulla cima irraggiungibile.



(3443) ~V
0

La verità
È che non c’è
E se non c’è
Non puoi inventarlo.

Io per te lo avrei modellato con pazienza
Lo avrei fatto pieno
Tanto grande da non avere fine
Lo avrei fatto caldo
Caldo da poterlo abbracciare in inverno
Lo avrei fatto sincero
E lo avrei fatto giovane per divertirsi
Ma lo avrei previsto vecchio
Per accompagnarsi
Lo avrei fatto attento
E lo avrei fatto delicato
Come una parola sussurrata al buio
E potente
Come la bellezza

Ma non c’è,
E se l’amore non c’è non ci sarà
Perché se avesse dovuto esserci
Ci sarebbe già stato

Questo è tutto.


(3442) Alessandro
0
email

..in un lieve giocar di luce..si approssima l'inverno..duro sale sulle ossa brevi che misurano già l'eterno..quasi ore che nude cedono a improbabili carezze..di stanche immagini il contrasto nel puro riflesso di strane piazze..

(3441) Alessandro
0
email

..in un lieve giocar di luce..si approssima l'inverno..duro sale sulle ossa brevi che misurano già l'eterno..quasi ore che nude cedono a improbabili carezze..di stanche immagini il contrasto nel puro riflesso di strane piazze..

(3440) V.
0

5/10
Sono qui a scrivere.
Pc che si sta scaricando
Cell stessa sorte.
Ti penso...
tu mi hai dimenticato,
io non riesco a fare lo stesso con te.
Insegnami.


(3439) .....
0

A volte
è meglio un "vaffanculo"
che un "a dopo"

>