Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
1 + 2=

(3052)
(2952) Io
0

E quando sei da sola
E quando sei da sola in quel letto
Di notte o di mattina
Cosa fai? Cosa pensi?

Buona notte

(2951) matt
0
email

Da qualche parte ho letto che non c è gioia senza turbamento e che il turbamento è la gioia stessa.
Che belli questi ottimi pessimismi, mi caco proprio adesso dal piacere a sentirne parlare.
Insomma.
Varco la soglia di casa
Buio
Ciak
Luce
E quell’amichevole ronzio del frigorifero
Al primo passo entro l’uscio non si può non percepire l’odore di cucinato del giorno prima,
In questa casa rimasta sigillata per 12 ore
Pollo fritto e verza.
puzza di merda
Son visibilmente turbato ma godrò di questa cosa
Perche stasera mi metterò a cucinare dell'altra roba di cui andrò ghitto sapevo che domani dopo lavoro troverò ancora quella puzza di merda
Da sborsassi nelle mutande.


(2950) Marco
0
email

Rifletto spesso sul mio passato,
gioco volentieri con il mio presente
e dimentico quanto forte è il mio futuro.
Tre parole ed io in mezzo,
non so chi accoltellare, non vedo nessuno affogare
ed io continuo a studiare
corpi diversi su lenzuola consumate,
tutto questo
per imparare ad amare.


(2949) MorganaHurricane
0
email

Anche se sei tu a puntarmi la pistola
Sono io a premere il grilletto
In questa società basta che cammini dritto
Vivo o morto fa lo stesso.

(2948) Marilina
0

Non basterebbero mille baci
per saziare la fame che ho di te;
né il vento più calmo
per placare la mia anima in tempesta.
Neppure la notte più chiara
metterebbe a tacere la mia mente.
Desiderio infame questo amore:
masochismo e baci sul collo.

(2947) Ancora io
0

La domenica col sole
ancora mi manchi

(2946) Ce la voglio fare
0

È difficile abituarsi da parte mia che ora tu sia felice in altri modi che non includono più la mia persona
E che io stessa non sia più felice grazie a te
Ti immagino felice, ma con lo sguardo spento
È difficile abituarsi se penso a ciò che è stato, a ciò che invece è adesso

Oggi una notifica, avremmo dovuto prendere un treno insieme
Ed invece l’unico treno che devo e voglio prendere è quello che mi porti il più distante possibile da te e da questo dolore

(2945) Francesca
0
email

All'angolo tra l'amore e la passione,
primo portone a sinistra, dove batte sempre il sole,
terzo piano, come i metri sopra il cielo;
Io ti aspetto lì.


(2944)
0

Vorrei capire chi sei,
Tu! che ti nascondi dietro il mio stesso nome.
Fino ad allora resterò in silenzio.

(2943)
0

Facile scappare dal dolore e non affrontarlo
Proprio facile
Sarò ben contenta vederti crollare

(2942) Gio
0
email

Pensiero:

non voglio essere gay. Io voglio una donna con belle tette da toccare labbra rosse e capelli mossi, da fottere tutte le sere.
Voglio portarele in regalo orecchini d'oro, litigare, tradirla ed essere tradito,
Eh romperci le palle uno dell'altro quando siano vecchi.
Piangere insieme per la nostra vecchiaia, guardare i nostri nipoti crescere. Dare le mance, schifarmi dei suoi assorbenti, accarezzarla toccare le sue dita sottili.
Una compagna di vita.
Sarà un idea edulcorata, ma ho solo questa contro la mia omosessualità. Non voglio prenderlo in culo, pulire la merda la sera o andare vecchio nei parchi e toccare gente...
Voglio una figa da leccare e in cui sprofondare la faccia.
Non voglio essere quello che sono quello che non ho scelto, che non posso controllare. Quante altre cose non abbiamo scelto, ma abbiamo amaramente accettato.
Vorrei dire: no, questa no, ed aprirmi un buco nel cuore.

(2941)
0

Sai che c’é? Ti penso sempre ma non ti voglio più

(2940) Cosimo
0

"Su, su, svelti, veloci, piano, con calma, non vi affrettate.
Non scrivete subito poesie d’amore che sono le più difficili, aspettate almeno un’ottantina di anni.
Scrivete su un altro argomento, che ne so… sul mare, vento, un termosifone, un tram in ritardo.
Non esiste una cosa più poetica di un’altra. La poesia non è fuori, è dentro.
Cos’è la poesia? Non chiedermelo più, guardati allo specchio, la poesia sei tu.
Vestitele bene le poesie.
Cercate bene le parole, dovete sceglierle.
A volte ci vogliono otto mesi per trovare una parola.
Scegliete, perchè la bellezza è cominciata quando qualcuno ha cominciato a scegliere, da Adamo ed Eva. Lo sapete quanto c’ha messo Eva prima di scegliere la foglia di fico giusta? Ha sfogliato tutti i fichi del paradiso terrestre.
Innamoratevi.
Se non vi innamorate è tutto morto.
Vi dovete innamorare e diventa tutto vivo, si muove tutto.
Dilapidate la gioia, sperperate l’allegria.
Siate tristi e taciturni con l’esuberanza.
Fate soffiare in faccia alla gente la felicità.
Per trasmettere la felicità, bisogna essere felici e per trasmettere il dolore bisogna essere felici.
Siate felici.
Dovete patire, stare male, soffrire.
Non abbiate paura a soffrire. Tutto il mondo soffre.
E se non vi riesce, non avete i mezzi, non vi preoccupate, tanto per fare poesia una sola cosa è necessaria: tutto.
E non cercate la novità. La novità è la cosa più vecchia che ci sia.
E se il verso non vi viene da questa posizione, da questa, da così, buttatevi in terra, mettetevi così.
E’ da distesi che si vede il cielo. Guarda che bellezza, perchè non mi ci sono messo prima?!
Cosa guardate? I poeti non guardano, vedono.
Fatevi obbedire dalle parole.
Se la parola è “muro” e “muro” non vi dà retta, non usatela più per otto anni, così impara!
Questa è la bellezza come quei versi là che voglio che rimangano scritti lì per sempre..
Forza, cancellate tutto!"
(R.Benigni nel film la tigre e la neve )

(2939) Ancora io
0

Sono felice al pensiero che nessuno avrà mai quel che tu mi hai dato
e all’idea di non dare a nessuno quel io ho dato a te.
Sono felice che sempre saremo un primato.

(2938) Snoopy
0

"Ma quanto pesa quest'anima?"
"Pochi grammi soltanto, ma i più pesanti che un uomo ha!"

(2937) Clara
0

E ogni volta non sentivi un freddo dentro?
E lo sentivi l'assordante silenzio quando ti pagavano il conto?

(2936)
0

Guardo il mio armadio
E ogni vestito mi ricorda quante volte me lo hai sfilato di dosso

Alla fine oggi è la festa degli innamorati, auguri a me, ancora innamorata di te

(2935)
0

Ho provato e riprovato
ma non riesco a stare
né lontana da te
né vicino per parlarti


(2934)
0

E non riesco ad immaginarmi con altri
E non riesco ad immaginarti con altri
Mi blocca, mi paralizza
Perché quello che siamo state noi, provaci tu a spiegarlo

(2933) Sempre io
0

Non pensavo
di essere stato divertente
e invece guarda
come ride
Sembra anche felice