Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
9 + 8=

(3052)
(1952) Sof
0
email

L'angolo che si forma quando sorride
la rende meritevole di farlo.
Per non parlare degli occhi,
Diamanti in un bagno di catrame.
E poi,
poi i suoi capelli,
sembrano stelle cadenti nel cielo.
I fianchi assomigliano a petali di rosa,
appena colta e accarezzata.
Infine le sue guance sono distese di girasoli
i girasoli quelli belli,
quelli mai raccolti ma solo guardati.


(1951) S.
0

Due sconosciuti
nella stazione di Firenze:
Lui suonava quel pianoforte solitario,
Lei seppur di fretta si ferma ad ascoltare.
Si siede accanto allo sconosciuto,
ma forse non lo era
La musica unisce, la musica rompe le barriere.
I due iniziano a suonare insieme,
e in un valzer di sguardi sfiniti,
si arrendono l'uno sulle labbra dell'altro.

(1950) Max
0

L'amore,
quel sentimento che:
arriva quando non lo stai aspettando,
confonde anche le cose più chiare,
ti prende un pezzetto di anima e
se lo tiene tutto per sé.

(1949) Lucia
0
email

Ma poi, pensandoci un poco
cos'è l'Amore?
Un soffio di vita
un fuoco incessante
un fiore nascente?

(1948) Sofia
0

Le lacrime
Sono come il sangue dell'anima
Un sorriso
È come un cerotto.
Certo che se la ferita è troppo grande il cerotto non serve a un cazzo.


(1947) Sofia
0

Dicono di noi che siamo
"Tutto fumo e niente arrosto"
Soltanto perché ci vedono fumare
Ma io credo che lo siano loro
Perché non ci chiedono il motivo della sigaretta
fra quelle dita
che poco prima asciugavano una lacrima

(1946) Giovanni
0
email

Chimera della notte,
la tua immagine
si insinua
fagocitante
nelle pieghe
nelle piaghe
del mio
cuore.

(1945) Sarah
0
email

Stream of consciousness

Fermate il mio pensiero
Ininterrotto
Dolore


(1944) Alba
0

Vieni a far luce
a questo cuore al buio
vieni a dare una rotta
a questo cuore alla deriva
vieni a riscaldare
questo gelido cuore
sfonda questa porta e vieni a farmi compagnia

(1943) Riccardo Castagnasso
0
email

“Speranza”

La speranza è indigesta
per il tempo che passa
e mai resta,
una luce ch’è mai
manifesta,
un torace perforato,
un cuore allagato,
buio, più buio del fato
defunto
e consumato,
una lama d’oro,
una nube di cloro.

(1942) Ilaria
0
email

Perdersi: Non ritrovare più la strada, smarrirsi.
Mi ero persa nel tuo pensiero, nel tuo essere più profondo, nel tuo timido sorriso che solo chi era in grado di abbandonarsi a se stesso riusciva a capire.
Mi ero persa in quel cuore cupo, mesto, privo di
qualsiasi forma di felicità e restio a ricevere amore.
Mi ero persa,perché ci tenevo, perché ti tenevo.
Ora sono qui, mi dispiace dirtelo, ma ho imparato ad usare la bussola.



(1941) Jasmine
0
email

Vorrei andarmene da te
Come tu da me
Ma poi ritorniamo in pieno buio
Perché ormai la luce ci fa quasi paura

Puoi comprendere ciò?
E se non ho le forze per salvarmi
Ti prego salvami tu.
Dammi il tuo sangue
Se
In mezzo a quattro mura
Il mio non dovesse bastare
Se il mio fiato
Non fosse abbastanza per riscaldarmi le mani
Scaldami il cuore.


(1940) Genèvieve
0

Suonano musica fredda
Odore di denti
E smalto
Dove mi sono abbandonata
Non me lo chiedo più
Frantumata
Non maschero
La paralisi facciale
L'alcol che mi fa simpatica
Io non sono simpatica
Nè bellissima
Nè unica
Gli altri lo sanno
E non lo dicono
Che
Io
Sono solo
L'eremo più difficile che so

(1939) Rugginarium
0



La ruggine è il cesello miniato del tempo
il lavoro preciso del vento
della pioggia è l'accento
nella fantasia il suo nutrimento


(1938) Bias
0
email

Il suo sorriso da bambino

L'ordine delle cose
Il sognatore non può
e foglie fluttuanti sì
Ciò mi dici, dall'alto

Nel tuo corpo acerbo
mente non rispecchia
Il segreto sorriso,
ialina primavera

E non posso più nulla
trattenere quel pianto
Amorevole, orrendo
tragedia e sollievo
Con te, il mondo all'inverso

(1937) Andrea
0

Alle soglie del dì
ti incontro
ti giri
mi vedi
ti vedo e in quello spazio
rimaniamo inermi
dove il tempo
non scorre mai
Alle soglie del dì

(1936) Vittoria
0

col tempo che
scorre veloce
e con la mente inchiodata
sempre, dove sei tu.

(1935) Federico
0
email

Basta poco
per perdersi,
come granelli di sabbia
nella risacca
di un'onda.

(1934) Luca
0

ALICE

Mi tormenta saperti al sicuro
se per te non è tra le mie braccia,
adesso che sei cosí lontana
rivestita di una felicità straniera
che posso forse immaginare
ma che non vedró mai coi miei occhi.
E per un momento l'ho creduto davvero,
che potessi ribellarmi a un destino
che ti ha trovata quando più non lo cercavi.

(1933) Amor
0

Stiamo ballando insieme sotto la pioggia
Non fermiamoci
Mai
Mai
Rotoliamoci giù dalle dune di sabbia
Verso l'oceano
Che ci farà da casa
Sei la cosa più bella che mi sia mai potuta accadere
Quanto ho voglia di accarezzarti
Quanto ho voglia di accarezzare il tuo viso
Sentire le tue mani
Le tue mani nelle mie
Sentirci
Sentire i nostri profumi
Ascoltare i nostri respiri
Osservare i nostri sguardi
Sentirci a vicenda
Abbracciarci
Baciarci
E sentire le nostre anime che continuano a danzare
E che non si fermano piu
E che girano
Girano
Girano
Girano
Girano
Si divertono
Sono due ma sono uno
E girano girano
Avvolte dal velo dell'amore
E legate insieme da un filo rosso
Un nastro in seta
Bellissimo
Da onorare ogni giorno
Da tenere vivo
Da amare
E girano
Girano
Girano
Girano
E cadono insieme
Si guardano
Sono una sopra all'altra
E si vedono
Si sentono
Ci sono
Abbracciati
Nelle candide tenebre della pace
Girano
Girano
Girano
Sono la cosa più bella che potessero mai diventare
Vivono
Si accarezzano
Ti accarezzo
Mi accarezzi
Si baciano
Ti bacio
Mi baci
Diventiamo uno solo
Come lo sono le nostre anime
E siamo
Siamo
Non serve essere qualcosa
O qualcuno
Perché siamo
Ci riempiamo l'un l'altro
Ci bastiamo l'un l'altro
Ci completiamo l'un l'altro
Ci complementiamo l'un l'altro
Viviamo
L'uno dentro all'altra
E viceversa
Ascoltando
Ascoltandoci
Vivendo
Vivendoci
Amando
Amandoci
Respirandoci a vicenda di aria di vita