Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
2 + 9=

(3052)
(1572) Francesco
0
url  email

bellafra

(1571) Amos
0

Complimenti

(1570) Chiara
0
email

Il Mare è l'ultimo legame che ci rimane

(1569) angelo
0

Si sa sempre quando si parte
ma mai quando si ritorna
nei miei sogni tra noi
non c'è andata
quindi nemmeno ritorno

(1568) lully
0

ho una fitta nel cuore che non mi permette di respirare
ma tu sei la ragione per cui vorrei morire

(1567) Giorgia
0
email

A mia madre

I tuoi occhi stanchi
Danno sollievo
Alle mie giornate.

(1566) Domy
0

Non era
nei programmi
un pit stop
non voluto
gomma scoppiata
lavori in corso
improvvisi
imprevisti

(1565) Amanda
0

Tutto ciò che dirai
potrà essere usato
contro di me.

(1564) Nicole P
0

Assomigli a una parola
calligrafata male
tra mille lettere tonde e gentili

Assomigli a una parola scontrosa
urlata nei corridoi
delle porte sbattute a ritmo irregolare

Assomigli a una parola
anziana e odorante di antichità
che dall'Impero romano
ha viaggiato fino a me


(1563) Nicole P
0
email

Immagino
una via d'uscita

oscura
tetra
nera

nell'angolo più remoto
(calpestato da indifferenti passi)
nascosto, quasi invisibile

di questo bianco
mondo
asettico

chissà se le vie d'uscita esistono
chissà di che colore sono

(1562) marina savio
0
email

A Pierluigi

Oso, grande poeta, pensarti in versi
mentre noi , insieme, soffiamo preghiere
che ti accompagnino salvo
verso il tuo destino.

Oso, grande poeta, pensarti molto
senza avere mai incrociato il tuo sguardo
e oso volerti bene
per tutto quel bene cui hai dato forma.

Attingo a te, io ancora qui sulla terra,
attingo alla tua parola come ultima goccia
ti sento fratello, vicino ai miei morti.

Avrei voluto per te un giorno infinito.



a Pierluigi Cappello , il giorno dopo la sua morte

2 ottobre 2017


(1561) A3
0

Potrei
amare
l'inferno ch'è aspettarti
o la pioggia ch'è sognarti.
Siamo dreamers
d'altri tempi.

Sei il mio amore
e mai
riuscirò a svegliarmi
in questa tempesta.
Perdonami angelo mio.

Vorrei
solo lasciarti
la pace che meriti.
Non lo so.
Davvero non lo so.
Il silenzio mi lascia solo e
la luna è lontana,
il tempo non è degl'uomini,
non è degl'uomini.
L'amore l'inganna
ma non è ovunque. Inganna
tempo e uomini
senza volere.

La fine non esiste, no.


(1560) Vally
0

Difficile cancellare un'abitudine
Che sia bere il caffè alla mattina
non chiudere il dentifricio
o ricevere il "buongiorno".

Doloroso è doversi abituare
a non avere più abitudini


(1559) Klauss
0
email

E a volte spererei solo di essere pazza
Così da credere che tutto questo non esista
Perché il mondo
la fuori
mi spiazza

(1558) Gaia Leone
0
email

Non ti baciai
Mi pento
perché l'occasione non m'ha fatto ladra
Mi pento
e temo di passare una vita da latitante
Per non averti rubato un bacio

(1557) SpikeNoah
0
url  email

Vorrei essere libero
Per poter dimenticare
Tutti gli amici di ieri
E il loro farneticare
Vorrei essere libero
Per trovare solamente un’altra strada

Mi sono acciecato e l’ho fatto Tesoro
Per poter vedere
Le cose che in questo mondo
Sono considerate giuste
Mentre guardavo la fine
Mi sentivo così strano, ma ora
Vorrei essere libero
Per avere solamente un altro scopo

Vorrei essere libero
Finché non avrò dimenticato
Ma lasciatemi dire vi prego
Quello che ho trovato
Tesoro, ho visto cuori puri
Diventare neri di odio
E io vorrei essere libero
Per potermi illudere di nuovo


(1556) Dario
0

Mi guardo allo specchio
senza riconoscere chi ho davanti.
Cerco di afferrare la realtà
ascoltando,
osservando,
annullando i miei pensieri
compagni di una battaglia da fin troppi conosciuta..
Trovare se stessi
una volta gettati in mare,
preda di bestie nascoste e insidie
rintanate nei profondi anfratti del terreno.
L'identità non è una.
L'identità non è.
Colui che ha compreso le regole del gioco:
che scopra quanto vano sia fondere la nostra essenza
in una sola forma.

(1555) Sofia Errigo
0
email

Semplicità.
La geometria dei miei pensieri.
Un triangolo equilatero
la cui area ha la misura di un numero primo
divisibile solo per me stessa
ma mai dagli altri.

(1554) Jessica
0
email

Strano amore

Mi ricorderò
di esser viva
con il dolore
che provocherai

(1553) Takera
0
email

Vola piccoal lucciola al tramonto,
raggiungi mee e luoghi inesplorati.
Fermati, respira e lascia lieti ricordi
nei cuori e nelle menti
delle persone che incontri nel tuo viaggio.
Perché alla fine l'unica cosa di positivo a questo mondo
sono i bei ricordi gli attimi vissuti,
con gioia e felicità,
quelli che ti scaldano il cuore
e riescono a riempire ogni spazio,
angusto, freddo, lugubre,
del nostro animo,
con uno scoppietante calore
che arde brucia ogni pena
per noi.