Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
1 + 2=

(3052)
(1392) Mario :D
0

Grazie M.137 sono molto belle le tue poesie

(1391) V.06
0

Rubinetto rotto

Bruciano gli occhi
Costantemente
Invasi da grandi onde salate
Uno tsunami per ogni terremoto
dalle mie palpebre piumate generato

Da dove viene tutta quest'acqua ?
Sono iceberg del mio Io, sciolti
Dal fuoco della mia anima
Amore liquido
Nessuno mai ha dissetato

Straborda straborda straborda

E tu non hai abbastanza sete
Per fermare questo rubinetto rotto.
E come quando arriva l'idraulico
Magicamente tutto funziona
Finché non se ne va.

Straborda straborda straborda




(1390) Tom
0

I ache also for the touch of your blade.

(1389) Tom
0

I ache for the touch of your sharp blame, darling
but much more for your touch of your words, darling
You can raise welts like nobody else.
Let our love is a flame, not an ember and
At your command before you here I stand
My heart in my hand [yecch!]
It's here that I must be.
My heart entreats, just hear those savage beats
And you go back to trample me.
My soul is on fire, it's aflame with desire
Which is why I tremble
Your eyes cast a spell that bewitches
I know too well I'm underneath your spell
So, Darling, if you smell something burning, it's my heart
[Hic! Excuse me]
I've got this pain in my chest that's killing me.
But I can feel the pain yet, love.

(1388) Rossella Spada
0
email

Come la primavera nasce tra i nodi dei capelli
Come la rugiada si posa al bordo delle dita
Come la nebbia mattutina distrae la città
Come due cuori battono all’unisono, alla stessa frequenza
Come due amanti trattengono il fiato con un bacio
Come la musica accarezza ricordi di giorni passati a sognare
Come il sole dipinge gli occhi di colori non ancora inventati
Come il mare addormenta le tue paure
Come due rosee nuvole fanno l’amore in cielo
Cosi m’incanto
ad osservare le tue stelle sotto pelle
..in un girono lontanto dal tempo

(1387) Bastiano
0

La vita comincia un pomeriggio di febbraio
Ma io neanche lo so
Lo sanno quegli occhi a cui fare domande
E da cui imparerò
Il significato profondo del tempo
Ed il suo valore.

La vita comincia una sera di maggio
Da un abbraccio sperato
A lui che per me era la fine del mondo
E invece il mondo è iniziato
un mondo
Che avevo cercato, che avevo voluto
Aspettando qualcosa.

La vita comincia una mattina d'ottobre
e sono sulle gambe
Su una dura salita
ho speso i miei anni a studiare le carte
Ma non ricordo la meta
E devo tornare di nuovo all'inizio
E perdere tutto.

Se ti cercherò
sarà in un dettaglio che non è importante
Se ti raggiungerò
sarà in un destino fuori dal presente.

(1386) Ophelia
0
email

E ho capito di volerti davvero bene
quando ho iniziato a desiderare
il meglio per te,
anche se non corrispondeva a me!

(1385) Ophelia
0
email

Fantasmi

ombre che mi accarezzano ma di cui non riesco a sentire il tocco
Io urlo, mi dibatto e piango ma la boccia di vetro in cui sono
Attutisce ogni mio grido
E il quotidiano continua a discorrere
Indisturbato.
Come un filmato senza audio.

I baci li vedo soltanto, non sento nessuno schiocco
Degli abbracci nessun calore
Nessun valore

(1384) Ophelia
0
email

Mi sto abituando
a stare senza te
forse
ma sento come se le mie mani
Per tanto con le unghie lunghe
Tutto di colpo si fossero ritrovate senza
E non sono più capace di afferrare gli oggetti
O me stessa.

(1383) Bastiano
0

Vorrei essere come quel gattino grigio
che mi passeggiava alle spalle mentre mordicchiavo il mio pranzo:
libero di andare dove voglio
seguendo solo l'istinto.

(1382) popi
0

Avevamo 18 anni
e mezzo
eravamo sognatori,
sognavamo gloria
e soldi
e libertà
e un lavoro
che potesse sostenere
il costo dell'amore.
Impazzivo per te
e per i miei libri.
Impazzivi per me
e per la tua chitarra.
Adoravo te
e ciò che mi cantavi.
Adoravi me
e come ti guardavo.
Poi ti ho lasciato
su una panchina al lago.
Poi mi hai lasciata
nel mio mare di scartoffie
perchè scrivevo di noi
del nostro sognare l'America
mentre tu se scrivevi
scrivevi di lei.

(1381) mmm
0

Amo
i tuoi occhi scuri
come la sera
in cui mi hai ripetuto
che sono bella
fino a che non ho
cominciato a crederci.

(1380) Hansen
0

in mezzo a questo caos,
in mezzo a queste persone che bevono,
in mezzo a queste persone che ballano e si divertono,
io sono qui a pensarti e a cercare il tuo sguardo;
in mezzo a questo strada sterrata con gli occhi rivolti al cielo stellato
esprimo un solo desiderio…
essere il tuo mondo.

(1379) Zuzzolo
0

A me piacciono molto
i panserotti
ma quando
ci sei tu
hanno un sapore
migliore

(1378) Wallflower
0
email

Ma tu forse non l'hai ancora capito che quando ti dico "addio" voglio dire "resta".
Che quando dico "ti odio" voglio dire "ti voglio".
Che quando ti dico "non fa nulla" voglio dire "mi hai ferita".
Che quando ti dico "lasciami" voglio dire "tienimi".
Che quando ti dico "lascia perdere" voglio dire "insisti ti prego perché ho bisogno di cedere".
Che quando ti dico "non ho nulla" urlo "ascoltami, vorrei dirti tante cose".
E forse non sai neanche che mentre scrivo queste parole, ingoio la volontà di piangere che mi si ferma in gola e me la stringe così tanto che dopo il nodo stretto da non permettermi quasi di respirare, crea un fiocco che mi soffoca del tutto.
Ma d'altronde tu non sai neanche che sto scrivendo, non sai niente di tutto ciò che ho dentro ora.
E vorrei tanto spiegartelo ma "non ho nulla".
Credici.

(1377) Wallflower
0

Ma tu forse non l'hai ancora capito che quando ti dico "addio" voglio dire "resta".
Che quando dico "ti odio" voglio dire "ti voglio".
Che quando ti dico "non fa nulla" voglio dire "mi hai ferita".
Che quando ti dico "lasciami" voglio dire "tienimi".
Che quando ti dico "lascia perdere" voglio dire "insisti ti prego perché ho bisogno di cedere".
Che quando ti dico "non ho nulla" urlo "ascoltami, vorrei dirti tante cose".
E forse non sai neanche che mentre scrivo queste parole, ingoio la volontà di piangere che mi si ferma in gola e me la stringe così tanto che dopo il nodo stretto da non permettermi quasi di respirare, crea un fiocco che mi soffoca del tutto.
Ma d'altronde tu non sai neanche che sto scrivendo, non sai niente di tutto ciò che ho dentro ora.
E vorrei tanto spiegartelo ma "non ho nulla".
Credici.

(1376) Birba
0

A me piace
la pizza
ma solo se
senza
cipolla

(1375) Sebastiano
0

Avevo tutto
sotto controllo,
poi hai sorriso.

(1374) Sebastiano
0

Avevo tutto
sotto controllo,
poi hai sorriso.

(1373) Sebastiano
0

Avevo tutto
sotto controllo,
poi hai sorriso.