Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
4 + 5=

(3052)
(1352) Cosmogyral
0

Vorrei essere ma non sono
Respiro ma non vivo
Sento ma non ascolto
Sono morto ma il sangue scorre ancora

(1351) meth
0

mi chiedi perché ora il mio cuore tace, eppure prima ti era cosi disturbante e loquace
sono stanco
di ripetere vocaboli insignificanti
di sprecare legna per farne fumo
ho costruito un muro tra me e il mio mondo
dove non passano i chiacchiericci,le mode e le loro stronzate
ora voi la chiamate alienazione
mai anche voi con me girate in tondo
a questa legge del mondo
io accetto con rassegnazione e non maggiore del tuo falso vivere questo fatto da dolore
non vogliamo essere ciò che siamo,cerchiamo altri per qualcosa che non sono riflettendo in essi quel che noi vorremmo avere
ma che su questa terra,nessuno ha
è la sorte?sarà l ansia della morte?ma tutti strisciamo alla sua corte




(1350) S.Giosuè
0

G.Altalena chi è Andromeda?

(1349) G.Altalena
0

Ballata della figurina e dell'amore fuggiasco


Danza disperata una figurina sui monti
Danza di notte alla luce di un falò
E si contorce e salterella
E quando viene l'alba la trova addormentata
Le donne non hanno clemenza per lei
Le donne la chiamano povera pazza
Disgraziata, che ti capitò?
Disgraziata, perché non hai dimora?


"Venne un giorno giù dal mare
Venne a farmi innamorare
Dopo poco se ne andò
Dopo poco mi lasciò
Fui obbediente e lo seguii
Fui obbediente ed impazzii."

Danza danza, figurina
Per i monti accanto al falò
Brucia forte la tua pena
Per colui che non tornò

Brucia forte la tua ansia
Per uccidere le grida

Di quel cuore gonfio di dolore
"Colpa mia se è fuggito l'amore".

(1348) Ludo
0

Perdersi
negli occhi dell'altro
ballare e
sparire
in un abbraccio
morire
nella profondità di un bacio

(1347) Andrea
0

Ho comprato una penna faber castel,
una penna a molla come quella che avevi a Luglio
pero'
é più forte di me
mi piace scrivere con la tua quasi bic senza tappo
perché la mia se la son fregata
e non mi ha nemmeno ringraziato
anzi mi ha offeso
ma lo sanno tutti che sono permalosa ed estremamente gelosa delle cose che non mi appartengono soprattuto quando ci provano le lucciole

(1346) Sanana
0

Il mondo è dei vecchi
e dei poliziotti
poiché loro hanno tempo per starsene in giro ad osservare
alle undici del mattino
(che sfoggiano il sole
su le chiese romaniche
da parere il resto dell’ore
incompatibile
a rilucere le archeggiature
e le simil-guglie animate nel giorno
e adesso ferme! e tali dal tempo
d’erezione ribelle
come nell’astenosfera
un punto solo dei tutti mai osservati)
i cani che bagnano le colonne


(1345) Francesco
0
email

Vedo le ombre
scender quiete
tra quattro mura,

Vedo il silenzio
calar mesto
quasi fosse tortura.

Vedo il boia,
Impassibile Solitudine,
Eseguir la sentenza.

D'un tratto
Il buio,La morte,
Depressione:
l'Antica Conoscenza.

Non c'è mal di viver
Più grande
Che il vivere stesso

(1344) Fede93
0

Bologna
è piena
di peripatetici stanchi
schiena contro schiena
sulle pietre
consunte
delle piazze.
Per una chitarra
e quattro vecchie canzoni
pagheranno il fio:
il vero filosofo
vive nascosto.


(1343) Elena
0

Per te è solo un gioco
e fino a quando non cambierò
idea, anch'io giocherò

(1342) Massimiliano
0
email

La notte incombe
Sul corpo inerme
E rimembrar la luna
Fa cose indegne

Ricordi la luce?
Ne ricordo l'ombre
La testa in tombe
Memoria chiude

Può l'acceso buio
Far splender ciò
Che già fu lume?

Allora un forte
Desider s'accende:
Imitar la morte.


(1341) Lei
0

#II

Bloccata a quattro passi dal traguardo
nello stesso punto dualmente
Immobile
ancora nessun affanno.

E vorrei solo dormire.
Senza pensare troppo,
Solo sognare.

senza caffeina nei vuoti
Sempre più vuoti.

(1340) Lollo
0

In un giorno di pioggia
vieni e portami via

(1339) Miranda
0
email

Le nostre labbra aride in una giornata di pioggia
si scontrano come dune sabbiose in una tempesta.

Improvvisamente un'oasi in quel delirio di un istante.

Tu non l'hai mai vista
e per me non è stato altro che un doloroso miraggio.

E poi la quiete eterna.



(1338) Mena
0

Sei le canzoni: mi fido di te, serenata rap, ti cercherò, chissà se stai dormendo, quando sarai lontana, vuoto a perdere, sono anni che ti aspetto, andiamo e un raggio di sole; mentre studio letterature comparate

(1337) Francesca
0
email

Sei la macchia di vino rosso
Sui miei jeans preferiti
Dopo una serata passata a bere e ascoltare musica

(1336) Marilena
0

Come è strano incontrarti la sera
in mezzo alla gente
salutarsi come due vecchi amici "ei ciao come stai?"
quando un giorno di notte mi hai detto: "non ti lascerò mai".
Presto saremo occhi negli occhi,
non serve a niente parlare,
ho la mappa di tutti i tuoi nei
io la potrei disegnare
nelle domeniche senza far niente
e con tanta voglia di sincerità.
Sei ancora lo stesso che un giorno m'ha detto:"non ti lascerò mai" ?
Ti cercherò negli occhi degli uomini che nel mondo incontrerò
E quando saremo lontani io ti penserò almeno per un momento, almeno per un'ora.

(1335) Francesco
0
email

Mi lasci qui, nudo,
su un letto
di torbidi pensieri,
il ricordo
di quel che
non saremo mai.

Luglio afoso.

Una lacrima
cadeva timida
sui seni tuoi,
si mescolava
al pianto
di due corpi che,
seppur uniti
non scambiano
più
lettere d'amore.

Settembre.

Pago ogni giorno
il salto conto
di aver
seduto
alla tua tavola.

L'altra faccia,
L'amaro retrogusto
del prezzo
dell'amore.


(1334) Francesca
0

E seguimi
nel buio
di questa notte,
lì dove ci siamo incontrati.
Per poi sederci
a guardarsi,
ubriachi,
come chi
non sa più
come amarsi.

(1333) A.99303
0

So che ne sei capace.
trova il coraggio.
Combatti.
Ridi,ridi,ridi,
e
spegni il mondo.
Sii tu il tuo desiderio,
il tuo vorrei.
Sii tu la tua forza
il tuo vento che distrugge tutto
e ti porta su
Guarda dall'alto
impara,conosci,
ascolta,osserva
tutto quello
che
nessun'altro può sentire
né vedere
Sii ciò che vuoi
quando vuoi
come vuoi.
vivi.

Ma soprattutto
ridi forte anche oggi.