Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
2 + 7=

(3052)
(2872) Disprosio
0

Tu luce bianca, speranza
Illuminami il mondo, che
Fra le braccia mi ruota (e non vedo
Se non rabbia, e il letargo, e la fine!)

Illuminami il mondo che
Fra le mani tremolanti
M'appare, nel cuore agitato.

Chi si cura del mio tempo? Non un filo.
Qua punto si rompono le gote
In lacrime ai colpi letali: e
Soffriamo, non vedi, e soffriremo,
Soffriamo! Proprio ora - e


Dove sei tu luce bianca, tu speranza?


Non cercarmi e troverai
Dietro l'ansa di Andromeda;
Nei fondachi di Cina, sotto un sasso,
In bocca al passante.
Mai saremo soli, mai
senza riposo,
Contro i morti per terra bruciati:
Sapremo il disprosio segreto,
Il moto rotondo.

Chi ha cura del mio tempo? Io ne ho cura.


(2871) Antonio
0
url 

Che tesoro che sei
quando mi guardi,
Quando dici che mi chiami dopo
e non mi chiami mai
Che tesoro che sei
quando fai tardi...

(2870) Ale
0
url 

Non ha senso che sia soltanto vento
che mi fa tremare.
Abbracciami.

(2869) Ale
0
url 

Siamo come cassetti
in cui puoi curiosare,
Dimmi: cosa ti aspetti?
...C'è una chiave se vuoi.
Prova a farne buon uso,
è il mio lascia passare
Nel mio cuore deluso solo tu ci puoi entrare
Considera il fatto
Che sono impaurita e[...]
Che sono un disastro nei rapporti sociali .

(2868) Nicolò
0
email

In vetta

Tutto attorno l’immenso,
in alto ci sentiamo più piccoli, non è vero?
Accarezzami, voglio sentire i tuoi sbuffi sul volto,
abbracciami, scalda la mia pelle con i tuoi raggi.
L’uomo sta alla natura come la Sambuca al caffè

(2867) Jovanotti
0
url 

Oggi è una bella giornata
C'è un silenzio e la neve per strada
Sembra quasi domenica
Ricordo le frasi che dicevi:
"Me ne vado in America!"

(2866) Thomas
0

Di nascosto,
Nel silenzio di un dettaglio, di un ricordo,
Vorrei lasciarti e poi lasciarmi andare,
Vorrei che ogni nostro incontro fosse quello per ricominciare.
Ora
Bastasse almeno mezz'ora,
Per cancellare tutta questa mia paura,
Come ogni singola parola,
Come ogni singola porzione, di me, che ti porti via.

(2865) osmosi
0
email

se stai male
fatti una doccia calda,
i brutti pensieri -insieme all'acqua-
usciranno per osmosi dalla pelle.

(2864) osmosi
0
email

se stai male
fatti una doccia calda,
i brutti pensieri -insieme all'acqua-
usciranno per osmosi dalla pelle.

(2863) osmosi
0
email

se stai male
fatti una doccia calda,
i brutti pensieri -insieme all'acqua-
usciranno per osmosi dalla pelle.

(2862) Nicolò
0
email

Quando la pioggia si sarà mescolata
con le nostre lacrime amare
ci renderemo conto
che restare indomiti
ad affogare negli occhi dell'altro
non è altro che un modo silenzioso
per mettere un freno all'eternità

(2861) Odisseo
0
email

SOMMA TEOSOFICA
Se ti senti decentrato
c’è una formula è accertato
che ti dice come fare
ad uscire dal tuo mare
di incertezza e poi remare
ed in secca puoi approdare,
il percorso che si ha in testa
è una logica conquista
del pensiero di studiosi
sempre molto coscienziosi
che ti spiegan con chiarezza
che non sempre si realizza
il disegno progettato
con un calcolo avventato,
nella vita ciò che segna
è quel che il destino assegna
puoi cercarlo di spiegare
con diletto ed indagare,
certamente qualche segno
nel percorso è più che degno
quindi è giusto ricercare
e la strada tua trovare,
noi cerchiamo con la danza
tra germogli in fratellanza
perchè aiuta a ritrovare
quel che tu vuoi coltivare,
poi la musica finisce
e la strada ripartisce
queste anime sognanti
che si librano eleganti
e riportan a casa loro
una parte di tesoro!
ODISSEO

(2860) R.
0
email

Sguardo celere
Dolore costante

(2859) R.
0
email

A te
Che il tuo profumo
è già poesia

(2858) Rebecca
0
email

Ti porterò a vedere i tramonti
che poi, più belli di te
Non saranno mai

(2857) Selene
0

Biancheggi, sospesa da fili
Invisibili che ti muovono
Sfiorando la prima volta.
Mi guardi con un bacio,
Non sai dove guardare,
Non riesci a chiudere gli occhi.
Tranquilla. La tempesta è di là,
Così distante ormai
Da perderne memoria.

Non mi credi, toccata,
Violata, deflorata
(Attraverso giuste protezioni):
Chi potrà ancora, ti chiedi,
Guardare a te innocente?
Che fai, tu, laggiù? Arrossisci?
Di sangue ti tingi, così anche
S'abbuia il viso vermiglio.

Fredda ti sento anche ora,
Illuminata d'oriente,
Lontana, invisibile,
Incomprensibile da me: il primo
A giungere qui, scoprirti
Nel tuo lato più oscuro.
La vita però non reggi, muore
Il tentativo, il seme da me portato.
Terreno arido, gelato.
Silenzio rimane
Nel nostro sguardo.
E più e più e più
Nel guardarti
Maggiormente
Io ti amo
E sorrido:
Nessuno ha colpa.

(2856) G.Altalena
0

Tu non sei in nessun luogo
E sei in tutti
I miei luoghi più cari
Come un'ombra antica
Non hai per dimora
Niente
Che non sia l'angusto ricordo.
Troppo poco per convincersi
Che un giorno remoto
Hai vissuto in queste cupe stanze vuote.
Tu, come un morto sbiadisci
E sgomenti il mio tempo
Perso nel chiedersi dove tutti siate finiti.
Quale gorgo spazio-temporale vi ha raccolto
In quale stralunato anfratto delle plaghe cosmiche vi travasò un dio inclemente?

(2855) Retermist
0

Oggi m'ha svegliato il bianco
Della luce:
Lo sbraitava una finestra, di lontano.
Quanti sogni m'ha portato
L'alba, tanti
Alla pioggia cadaveri cipressi
Giacciono sui lembi d'avorio;
Non abbiamo che a compiangerli il mio nome.

Non siamo mai stati, mondo bianco:
Prendici dal cuore questa piuma;
D'un grido senza occhio
Te ne prego, da un corpo leggero:
Come l'altalena si spingevano, ricordi;
È àncora di vetro,
stretta vela.


(2854) Disprosio
0

Non ne posso più
Delle finzioni e i mostri e i terrori e i limiti e i muri->
E il muto e il sordo e la rabbia repentina e il sasso gettato nel petto!
Vi esplodo tutti assieme fuori me mestesso
Sono quelli la mia morte di filaccia.
Rimane solo me di me me stesso
Che non può più mentire e dunque
parla
nuovo- Rimane un fiore incallito:
Il disprosio.


(2853) V.
0

"E allora dimostralo"
"E allora dimostralo"
È questa la frase che ronza nella testa da giorni
"E allora dimostralo"
Come faccio?
E soprattutto a te?
Te, che sai tutto di me, mentre io non so niente di te.
"E allora dimostralo"
Son passati giorni ma non riesco a star lontana da questo sito
"E allora dimostralo"
Sono settimane che aspetto una risposta da te, troppo impegnato per rispondermi
"E allora dimostralo"
Nel frattempo le chiedo "come fa ad esistere una biiezione tra Z e N?"

Me lo dimostra.

ed io "è assurdo." Infatti era l'immagine delle mappa che conteneva il codominio e non viceversa,
quindi non è ben posta la biiezione, glielo faccio notare
E sai qual è la sua risposta?
"No, il suo ragionamento è sbagliato
IO L'HO DIMOSTRATO che esiste"
io che non sono nessuno
Che non sa dimostrare
Ma a che serve dimostrare, quando logicamente è assurdo ciò che si sta dimostrando?
"E allora dimostralo"
Ma sai che c'è?
Non te lo dimostro!
Perché potrei dirti cazzate come nel problema di Basilea
Ma vige e vince l'ipse dixit.
Così è stato, così è, così sarà.
Non te lo dimostro!
Imparalo da solo!