Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
4 + 2=

(3052)
(992) poesia
0

s o
c
o r
m i
p m
a a
r r
i r
r ò
ò ?

(991) poesia
0

s
c r
o i
m m
p a
a o r
r r
i ò
r ?
ò

(990) Mare
0

Le onde del mare scandiscono il mio respiro
i tuoi occhi stasera sono dello stesso colore del cielo
mi illuminano come una stella cometa guida i naufraghi in mare..
Non chiedo altro,
anzi dimmi tu cosa vorresti
da questa storia
che a me sembra di essere il protagonista di un film da oscar

(989) Mare
0

Abbracciami fino ad arrivare all'anima
Scaldami con i tuoi occhi
e fammi viaggiare insieme a te
in un tuo desiderio di vita..
Se vuoi ti invito nel mio
prepara le valige:
un sorriso, il tuo parlare e
qualche bacio a sorpresa..
È un biglietto di sola andata..
o ritorno?

(988) Luigia
0
email

Mi guardo intorno
E vedo solo le stelle.
Ma io, sempre inopportuna,
Sono il sole di notte,
Son di giorno la luna.

(987) Valeria Natale
0
email

Aggredisci per non essere aggredita
Tu
Che possiedi la fragilità d'un bicchiere di cristallo
Tu
Che alla vita chiedi il conto.

(986) Erika
0
email

Luce
gialla
sicura dice casa
A chi casa
Amore
Non trova.
Un soffio par spegnerla
Ma torna
più luminosa e chiara.


(985) Lodovico
0

come faccio a tenere lontana questa poesia
da chi non la deve leggere?

(984) Cesare
0

Non c'è niente di male
se vogliamo cambiare,
se cerchiamo qualcosa
di meglio da fare.
Non so più decidere,
non so cosa difendere
e da che?
forse da quella musica dolce
che in passato mi ha fatto sognare
e che adesso non serve a un bel niente
e se c'era una volta l'amore
ho dovuto ammazzarlo.

(983) Rita
0
email

Morirai
Come il fiore appassito nel giardino di neve
Morirai come muore la carne
Perchè anima non hai e nemmeno sentimento
Morirai come la farfalla quando perde la magia delle sue ali colorate
Morirai come muore la vita quando raggiunge la fine del suo cerchio
Lacrime di sangue e bocca arrossata avrai dai graffi incessanti che ti provocherai
Giacerai su di un terreno nero di carbone
Tanto è il colore ad aver annerito la tua anima
Da corpo diventerai solo materia ancor più sensibile
Fino a raggiunere la fine eterna.
L'aiuto del sole non procurerà germogli alle tue piante poco verdi
E l'ausilio della pioggia non migliorerà la salute delle tue radici
Ma tu, piccolo ammasso di carne e viso diabolico
Ti consumerai come candela al vento
E io, piccola anima di amore
Cercherò di guardare lo spettacolo accattivante
Gioirò, ballerò come ad un rituale dionisiaco e di orge fatte di godimento ed euforia
Mi ciberò incessantemente
Così come sarà incessante e assordante la mia risata davanti al tuo corpo rannicchiato nelle acque putride del rancore
E io loderò la sibilla della verità
Poichè trafiggendomi con le sue foglie aprirà gli occhi stanchi di questo incurabile amore.

(982) Davide
0
email

Fummo spinti
da curiosità lacera
a cercare le luci
in una città
dove il contenuto
divora la qualità.

(981) G.S
0

Numeri

Come numeri in un infinito
Gli uomini vagano in un mare che per
Finito ci spacciano
Pieno di squali

Come numeri gli uomini si sommano
Come numeri gli uomini si annientano
Quello che chiamano 0 e' il principio
Quello che chiamano 0 e' la conclusione



(980) Andrea
0

Ad un cane che non leggerà mai

Sai Casper volevo dirti che
sei il più bello della tua razza:
medio-alto, bianco come il fantasma, macchie marroni, pelo lungo, orecchie a penzoloni;
non sai quanto ti invidio,
proprio tu che passi intere giornate ___ ___:
saltando, correndo, scodinzolando.
Volevo dirti grazie per quella volta che,
appena mi vedesti, abbaiasti
_ __ __ ______
urlando il tuo nome,
ne ebbi così la certezza _____ ___ _________,
Anzi ti vidi sotto quel ponte, mentre ti allontanavi e pensai di allontanarmi a mia volta, ma tu mi inseguisti ricambiandomi quell'insensato gesto.
Iniziai a correre dietro di te ma
si sa che un cane è più veloce di un uomo.
Sai, vorrei tanto rivederti per scusarmi della mia banalità di quel giorno,
non dimenticherò mai più quel
fresco venerdì pomeriggio primaverile.
Scusami, se capii anch'io __ _____
il tuo padrone.

(979) V.06
0
email

PROVA COSTUME

Forse ti aspetti che te lo dica
Mentre io penso a dimagrite
Perdere quei tre chiletti prima dell'estate
Sui fianchi
Sul sedere
Sul ti amo.

È lì, quel tessuto adiposo radicato sul cuore
Si espande, raccoglie tutto quello che trova

Così immagino quelle due paroline inflazionate
Scritte su tutti i muri
Imprigionate tra le sbarre della mia cella
Ogni volta che la baci
Tentata evasione

Ci sono tante parole più pesanti
Australopiteco (?)
Ma hanno arrestato solo le mie

Allora aspetta che vengano scagionate
E una volta fuori
Ti sfioreranno la pelle d'oca
Con i polpastrelli delle mie mani
Leggere


Pronta per la prova costume.









(978) V.06
0
email

PROVA COSTUME

Forse ti aspetti che te lo dica
Mentre io penso a dimagrite
Perdere quei tre chiletti prima dell'estate
Sui fianchi
Sul sedere
Sul ti amo.

È lì, quel tessuto adiposo radicato sul cuore
Si espande, raccoglie tutto quello che trova

Così immagino quelle due paroline inflazionate
Scritte su tutti i muri
Imprigionate tra le sbarre della mia cella
Ogni volta che la baci
Tentata evasione

Ci sono tante parole più pesanti
Australopiteco (?)
Ma hanno arrestato solo le mie

Allora aspetta che vengano scagionate
E una volta fuori
Ti sfioreranno la pelle d'oca
Con i polpastrelli delle mie mani
Leggere


Pronta per la prova costume.









(977) Valeria Natale
0
email

Ti cerco nei libri
Nei versi d'antichi poeti
Vuoti,
Sei troppo anche per loro.
Ti cerco nelle canzoni stonate
Che parlano del mondo, sì
Ma mai di te.
Ti cerco
Nel riflesso offerto dallo specchietto retrovisore della macchina
Bastardo! Quel bastardo si beffa di me!
Tu non ci sei!
Ti cerco
Instancabilmente.
Ma so che sarai
Tu
A trovare
Me.

(976) Caterina
0
email

Ti piaceva il mio viso
lo accarezzavi continuamente
mi manca il tuo sorriso
piangevamo dolcemente.

(975) Grl
0
email

Amore

L'incontro
del fiume col mare

L'estasi
del fiore in primavera

La solitudine


(974) Noah
0

Questo tarlo nel cervello
si è mangiato anche l'ultima sinapsi,
questa sanguisuga nel cuore
si è bevuta anche l'ultima goccia di sangue,
questo dissennatore
si sta prosciugando tutta l'anima...
come posso darti, ora, qualcosa
se non è rimasta nemmeno la forza
per vedere il mio assassino?


(973) nikel
0

voglio ancora questo fuoco
mi arde, mi tormenta
ma è ancora troppo poco
poco questo sangue
che sporca le mie mani
la bestia delle viscere langue
e da ormai che la mia sposa tacque
e il suo silenzio mi deprime
non grida più, non ha paura
ma non è mia la colpa di questo omicidio sublime
niente ho fatto per risvegliare la mia rabbia più pura
e stato chi comanda uomini e fati
ma ora che ho assaggiato sarò io l artefice di altri immondi reati