Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
1 + 1=

(3052)
(552) Ylenia Comi
0
url  email

Han volato alto i pensieri
come corvi neri
a ferire il cielo livido.
Il treno ha fischiato
sulle fredde rotaie
di una vita di attese d'arrivi,
di partenze rimandate.

(551) Ylenia Comi
0
url  email

Ho visto scendere subito la sera
dietro la tua nuca odorosa
e le ombre correre tra i tuoi capelli
aggrovigliati di baci.
Ho visto scendere subito la sera
annunciata da un freddo crepuscolo
da trattenere il fiato,
per non respirare quell'aria triste
che pareva il tramonto di una vita intera.

(550) Ylenia Comi
0
url  email

Ho visto scendere subito la sera
dietro la tua nuca odorosa
e le ombre correre tra i tuoi capelli
aggrovigliati di baci.
Ho visto scendere subito la sera
annunciata da un freddo crepuscolo
da trattenere il fiato,
per non respirare quell'aria triste
che pareva il tramonto di un'intera vita.

(549) Francois-calze-blu
0

Non puoi dire quanto ti amo
Puoi chiederlo alla notte
Che ha ascoltato il suono dei miei passi nelle strade vuote sotto le tue finestre
Lo puoi chiedere ai miei sogni
Dove nulla supera il limite estremo delle tue labbra socchiuse, o forse fin troppo,
Puoi chiederne un'idea ai fogli
Dove sprecavo inchiostro alle due del mattino a coprire formule che mi appartengono
O al vento
Che mille e poi cento e di nuovo mille - nuovamente cento - e mille ancora ha ascoltato
Le parole in rima che mi sfuggivano dalla bocca
Per alleviare la tua mancanza a un cuore insincero.
Certo, non puoi pretendere Romanze senza parole,
Ché non sono un poeta,
Ma puoi intuire,
In una sera di nebbia,
La mia sagoma disegnata
Sul bordo esterno del tramonto
Protesa a carezzarti il cuore
E forse allora potrai dire
Se lo so ben custodire

(548) Lim
0

E guarderó il paradiso dal piano inferiore,
cosciente del fatto che le sue porte
non si apriranno per me:
mi venne preclusa la beatitudine
nel momento in cui dissi
no,
nel momento in cui il mio pensiero,
libero come un uccello in volo,
prese un'altra strada,
nel momento in cui decisi di
essere sola
a guardare il paradiso dal piano inferiore.

(547) Mare
0

LA FOTO

Non importa cosa si vede
ciò che conta è cosa ti viene in mente
quando la guardi..
Cattura le Sensazioni di quell'istante
e dona loro la forma che preferisci
per custodirle insieme a te..
Se sentirai un brivido,
non sarà il vento
ma sarò io
che la sto guardando
nello stesso momento

(546) Mare
0

Mi chiedi di che colore sono i tuoi occhi?
Dai un colore
all'infinto
alla fantasia
alla gioia di un tesoro ritrovato
ad un salto nel vuoto
ad un'onda del mare infinito
alla ricerca di una sensazione mai vissuta a pieno
alla conferma che la vita è troppo breve
Dai un colore all'amore
Forse in quel caso riuscirai a capire ciò che vedo io..


(545) Lucrezia
0
url 

Nei tuoi occhi
ho visto l'eterno
durare un istante.

(544) Giulio
0
email

Un sassolino solitario
alla pioggia se ne sta
ascoltando statuario
i suoni attorno a se’.

Di spiccare sogna un salto
per guardare un po’ più in alto
il Sole caldo e un ruscello
e librar poi su nell’aria
come un piccolo fuscello.

Un sassolino solitario
alla pioggia se ne sta
e, smettendo di sognar,
tristemente suonerà
una dolce serenata
che nessuno ascolterà.


(543) Patrik F.
0

Chi dice
che il vero uomo è colui che
non piange mai, o mente
oppure non sa cos'è l'amore

(542) meth
0

cosa cerca,

lo sciame di persone

nei propri viaggi, lavori, storie,

cosa continua a non trovare,

per obbligarsi a muoversi,tentar di volare

senza ali, sognare emozioni che pure sa di non poter dare

pur desiderando solo esse,con tutto il cuore,

invece e pieno solo di malinconie e nostalgie,

straziate come tanti urli di munchen

rimbombanti su altissimi muri,dal vuoto eco,

costruiti con la legna marcia ma immortale

dall'albero di un seme forte ma fin dagli albori corrotto

che prende il nome della nostra anima e del nostro ego

della nostra malattia

la malattia dell' esistere imperfetti

e saper immaginare la perfezione.








(541) AS
0
email

A cosa servono le stoviglie
se non hai nulla in credenza,
a cosa una lavastoviglie
se non puoi ripulirci la coscienza?
A cosa un microonde
se non puoi scaldarci il cuore?
A cosa un suv
se non puoi farci dentro l'amore?
A cosa i soldi
se non hai il tempo,
a cosa il tempo
se non hai l'amore?
A cosa l'amore
se non sai amare?

(540) eleonora
0
email

Ora prediletta
che di tenuo bagliore
la stanza innondi,
luce fioca e stanca
eppure ai miei occhi cara
ed ai colori amica sei tu,
di questo dí l'ultima compagna,
conservi il ricordo di quel chè stato,
prima che la notte scenda
come di un palco la tenda
che lo spettacolo corona
e la fine así segna,
malinconica e bella.

(539) eleonora
0

Corone di fiori a vegliarti
mentre rimane i silenzio
delle lacrime piante.
Umide le ombre si allontanano,
restano quelle degli altri
come te, cari e rimpianti.
Della lor compagnia
non potrai godere,
che non ne senti il calore
nè il contatto delle dita
o di confortanti parole.
Ti custodisco nella memoria
e tesso un'altra storia
che solo là ti vedo sorridere,
libero di vivere come ti piace
lontano da questa finta pace.



(538) eleonora
0

Eri disteso e ti guardavo
avevi negli occhi qualcosa di strano
e lontano...e guardavo
quel viso conosciuto
ma non del tutto svelato:
negli occhi ancora del mistero
e nella bocca il riflesso di un pensiero
che non colgo del tutto
e mi piace così, credo.
Forse anche tu di me lo stesso vedi
forse ridi che ti osservo
e fingi, non tremi,ma ne sei contento.

Che strano quadro:
due sconosciuti un po'meno tali
sdraiati accanto quasi per caso,
la voglia di toccarsi nella punta delle mani.

(537) Clarissa
0

Spazio bianco


Vorrei dire che non ci sono parole

Per descrivere ciò che provo

Perciò intendevo regalarti

Uno spazio bianco.


Poi ho pensato

Che le parole vuote

Dell'anima vuota

Di una persona vuota

Sono la stessa cosa,

Quindi ho deciso di dirti

Che ti amo.

(536) clarissa
0
email

Sai, ora non c'è più nulla
in sospeso
La sensazione è avvolgente,
non ti senti legata a niente
nemmeno a quei ricordi.
Ti appartengono, ma
non gli appartieni.

(535) clarissa
0
email

Sai, ora non c'è più nulla
in sospeso
La sensazione è avvolgente,
non ti senti legata a niente
nemmeno a quei ricordi.
Ti appartengono, ma
non gli appartieni.

(534) clarissa
0
email

Chi aspetta
corre interminabili minuti
Ricordando la meta
bruciando il percorso
Aspetta..

(533) Dinvisibili
0

Lev che porta buste della spesa
Perché non è più al porto?
A scrivere sui muri
Quei bei sogni che faceva la notte?
Da dentro le case occupate
Contro il sistema?
Giunge il momento, Calypso,
Anche per gli helianthi...
E da anni non lo chiamo più