Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
4 + 2=

(3052)
(312) jolly
0
email

Vecchio

Grigio,
T'incammini adagio
Passo lento all'imbrunire
Nascere per poi morire

(311) M.66
0
email

Nam-myoho-renge-kyo

Io sono la causa e l'effetto
il fiore e il frutto perfetto.
La mia voce vibra nell'aria
io sono necessaria
alla rivoluziona umana
piccola gemma di una collana.



(310) Dalcio
0
email

Ti ho vista. Eri
così vicina, eppure
così lontana. Nei tuoi occhi
di luna
mi sono perso.
Cosa pensi di me,
nomade perduto, non so. Di te io
non ho pensato
niente
perso com'ero
nell'onda dorata.
La pelle di cera
argentea
ti rifulge al pallido sole
della ventura primavera.
Non so parlarti. Ci lega
un'affinità che
disorienta, non unisce,
ancora, forse.

Ti ho guardata.
Siamo soli,
rottami nel deserto.

(309) Lucillah
0
email

Voglio gridare.
Parlami.
Parlami
Parliami ancora.
Guardami .
Guardami ancora una volta.
Dov'è finito il tuo amore?
Eresia
Eresia
Lasciami entrare ancora una volta
dentro i tuoi occhi


(308) Matildah
0
email

E vorrei ballare per te una canzone che non ho mai ascoltato.
Quella canzone che sento ogni volta quando ti vedo.
E vorrei fare mille cose insieme a te
ma rimango ferma
ad aspettare
ad aspettarti.
Attendo l'attesa
che mi rende tesa
ma tu
stendimi sopra il tuo letto
sono cera di fronte a te
toglimi via le paure
i vestiti
inglobami tra le tue braccia.

connubio




(307) Matildah
0
email

E vorrei ballare per te una canzone che non ho mai ascoltato.
Quella canzone che sento ogni volta quando ti vedo.
E vorrei fare mille cose insieme a te
ma rimango ferma
ad aspettare
ad aspettarti.
Attendo l'attesa
che mi rende tesa
ma tu
stendimi sopra il tuo letto
sono cera di fronte a te
toglimi via le paure
i vestiti
inglobami tra le tue braccia.

connubio




(306) Riccardo
0

Vento di primavera
Vento la domenica in chiesa
Sbocciano le rose,ridono le colombe
Aperte le invernali catacombe
Radioso il tuo sorriso,dolci i tuoi occhi
Lancia di fiamma sei per il mio cuore
Stessa felicità e cambiato solo il nome

(305) Nulla
0
email

potrebbe sembrare banale


(304) Mario
0
email

Ma se io non c'ero...
Nella linea del tempo io sono un punto
Uno solo
Non c'ero prima e non ci sono dopo
Ma la linea continua e c'è ed è linea perché c'è il mio punto
Allora anche se non c'ero prima e non ci sono poi
Il tempo sono io.



(303) G.26
0

Per odiarci e per amarci, grazie.
Per contattarci, invitiamo ad utilizzare le mail che trovate in "contatti".

(302) Riccardo
0

Ancora un' ultima volta
Voglio sognare
Voglio giocare
Una fede in cui sperare
Una ennesima sconfitta non farà piu male
Sotto la scure del dado
E la falce delle carte
Mi coricherò
Giullare della sorte
E cadrò
Non più conscio di cadere
In un vortice senza fine
Un abisso al mio animo sublime
Eterno misero
Eterno me stesso
Eterno perire


(301) Riccardo
0

Fin su il midollo
Io sento il bisogno di te
Per riempire i miei tempi
I miei spazi
Il mio vuoto in una polvere
Mia divina dea
Non mancherò al rito
Assumero ancora una volta
Le ostie della mia perdizione.


(300) Pace
0
email

i tuoi pensieri sgr a n ati
non
riescono
a
mostrarsi
nella
forma
u m a na
devi diventar
di vapore per
poterti insinuare
nelle più sottili crepe
delle considerazioni
inattuali
di trasognanti uomini
illusi di poter
intralciare il mio cammino
o più stupidamente di
CAMBIAR IL MONDO


(299) Antonino
0

Complimenti
senza parole
quelle che leggo sono sufficienti

(298) Chiara De Luca
0
url  email

E mi fa paura.
amore
È un punto
A capo
Come cometa
Che si scioglie
Fra i tetti.
Amore
È carnale
Follia
Tra buchi
Delle pareti.
Amore
È divina
Congiura
Contro noi
Stessi.
Amore
È brandelli
Di immensi
Sospiri.
E accarezza
Amore,
Accarezzi,
Come cenere
Che riprende
A bruciare.
Come cenere
Che riprende
A bruciare.

(297) Chiara De Luca
0
url  email

Marcio nel cuore
Difetto del mondo
Nel mondo
Non sto;
Galleggio
Fra i sassi
Aleggio
Nell’arsura
Di lacrime
Sgombre
Da vipera terra,
Per terra,
Fra digitali
Abissi
Mi nego
Impronte
Di sazietá.

(296) Achraf Bartal
0
email

Sembrare anche ingenuo
e brutto da vedere
serve a me come a te

chiedo spontaneità inorridita
chiedo crudeltà spedita
chiedo civiltà dimenticata
chiedo voci candide
chiedo una personalità immagazzinata
chiedo corde di chitarra
chiedo pelle inumidita
chiedo un cuore a metà
chiedo implicita chiarezza

finisce sempre sul più bello quando..

(295) Achraf Bartal
0
email

Io il lupo, questa stanza la tana.
Tu la mia compagna,
lui il mio dolore

letto d'odori
lame di ricordi
schiene ferite ricoperte da lacrime salate

canto straziante
mesi di corse nella notte
occhi verdi
culla per corpi gracili

Finali malconci, per favole
pensieri sconci
e giovani ormoni.

Volo su lune mezze-piene.

(294) Achraf Bartal
0
email

Putrefatti ci chiediamo: che inchiostro siamo?
Confusione mentale-
presupposizione intima-

almeno chiedimi come sto che se rimango cosi esco da ciò che mi aggrada

(293) Agres
0
email

Con te
Come musica
Un giro di
Ciao
Cadono
Uno dopo l'altro più veloci
Poi precoci
Mi prendono da dentro
E stanno zitti
Bastardi
Non fiatano
Volevo trovarti le parole
Aprimi
Cercale pure tu
Che io mi sento male
Con te
Ricordo
Certezze razionali
Spazzate via da uno sguardo
Dietro a un vetro sporco
Con l'impronta della mano
Di qualcuno
Chissà da dove