Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
8 + 6=

(3052)
(2692) Retermist
0

IO

Nulla sarà mai vostro
Del mio: e vi donerò
La casa, e la vita, e
Il cuore, se vorrete.
Le idee che ho avuto io
Le ebbi, io le ebbi
E io le avrò per sempre-

Io da solo contro i versi vuoti
Io per tutti e tutti quanti in me.
Io, sì io: poeta
Ispirato da un dio!-

-poeta ridicolo infino a sé stesso.


(2691) Retermist
0

COSA PROVO


Ah se potessi dirvi cosa provo!

Io sono assorto ma non per la guerra,
La guerra tremula che infuoca tutto l'uomo;
Vorrei soltanto che foste felici
Che vi sentiste vicini a me un poco di più-
Il mondo veloce mi ha reso violento
Ma io provo amore per tutte le genti.

Capiamoci: che basta ribellione! Io voglio pace
Concordia dei cuori sulle terre nell'uguale
E trentamila cieli solitari di steppa:
Però sono costretto a ribellarmi,
Però sono costretto, a ribellarmi!


(2690) Retermist
0

SCRITTE

Ricevi l'astro del meriggio oscuro
Per cui si leviga il sospiro che s'arrende;
Tu che dissetano l'anse dell'Eufrate amico,
Ci illudiamo d'averti conosciuto
(Senza tempo e senza nome);
Immacolato e solitario come niente.
Dolora una stilla di umano linguaggio:
la parola è per sempre imponente


(2689) Retermist
0

OLIMPO

In sogno vidi venti volti
Distesi in acciaio e loro domandai:
Noi giudichiamo ad alti e bassi il tempo,
Sedete e guardate.

(2688) Retermist
0

AMBRA

Umido di spezia senza avere
Di silenzio il lume vaga il ragno,
E voce parla l'insetto dei suoi avi
Antichi. Tu a me dici cosa
O donna, cosa è futuro adesso;
Oltre il mare son mille altri cerchi
Addormentati in porpora diuturna.
Quando partimmo non c'era un sole,
Né l'aria profumavano mille fiori:
Riempiva la giornata questa sola,
Una quercia gigantesca, il suo rumore.

(2687) Retermist
0

BORZANO

Sta ritta ancora la casa che abitavi
Dal tempo lontano sopra le montagne
Lievi. Nella mia memoria
Svetta leucace un mattino d'estate.


(2686) Retermist
0

Io vivo ora e sempre sarò vivo
E mi sento così vivo non sapresti
Neanche tu capirlo se dicessi!
Non scodello i miei versi dal retro,
Ma prendo se quest'ora scorre innanzi.
Poeta scodella, ti perdono
Capisco la tua debolezza e non ti odio
A volte. Ma mai ti rispetto:

Ai poeti della mia generazione
(Quelli che scrivono per davvero, non
Per vergogna del loro mestiere)
Io voglio domandare.

(2685) Silvestri
0

Vorrei prendere il tuo posto quando tu non ci sarai più
Tu sei la mia fotocopia maschile
Come un gemello omozigote
Ormai ci conosciamo
così bene che è facilissimo capire quando chi scrive cosa. l'unica differenza "il mio sguardo è normale ma il tuo aoh è troppo bello!"

(2684) am
0
email

perchè la pioggia
è come acido.
mi bagna
mi tocca
mi impregna
e mi fa pensare
Dio se mi fa pensare
però devo ammettere che ha poca fantasia.
perchè mi fa pensare
sempre a te.
e questa cosa
mi fa male
come acido.

(2683) Giulia
0
url 

piango tanto
ma mangio poco
e sono dimagrita
perché pensarti
mi toglie tutte le energie
ma io
mica lo faccio apposta
a pensarti
e invece ci sei
quando studio
quando cammino
quando mi guardo allo specchio
quando mi svesto
quando mi alzo
quando mi corico
tu ci sei sempre
anche se non lo vorrei
e mi vengono gli occhi lucidi
anche in mezzo alla gente
e chissà cosa pensano loro
di me
la ragazza
con gli occhi lucidi
a lezione
alla fermata del bus
per strada
e quando sono sola
piango
lacrime calde
che vengono dalle gambe
e dalle mani
e sono tutte un dolore
che sgorga dagli occhi
fa male piangere
da grandi
e viene mal di testa
mal di occhi
perdo l'appetito
e tu non ci sei mai
ad ascoltarmi
a starmi accanto
ad amarmi
perché hai deciso
che non vuoi esserci più
e fa tanto male

(2682) devineis
0

oggi piove
vengo colpito
dentro
profondo sentimento
va via
non lascia segno
centro


(2681) Joe vanotti
0
url 

Masticando una gomma al sapore di infinito
Che non finisce mai
Che non finisce mai
Non so se si è capito...
E lo ridico ancora
Per impararlo a memoria
In questi giorni impazziti
Che qui si fa la storia
E lo ripeto ancora
Fino a strapparmi le corde vocali
Ora che siamo qui
Ora che siamo qui
Noi siamo gli immortali!



(2680) Jovanotti
0

Certo hanno ragione, è gente intelligente.

Ma di aver ragione non mi importa niente. Voglio avere torto.

Come quella volta che abbiamo scoperto che davanti a noi c'era uno spazio aperto e che

Insieme si può andare lontanissimo.

(2679) 7 3
0

Gli innamorati restan sempre ragazzini

(2678) Andrea
0

Io non ti vorrei come quella canzone io ti voglio
Voglio che tu sia il mio regalo di Natale
Puoi venire, come al tuo solito in ritardo, ma vieni.

(2677) A te
0

Come fai a stare nei miei sogni e non nella mia realtà? come?

(2676) Figli_del_secolo
0

Piango con voi, fratelli,
Perché non riesco a capirvi:
Mi siete sfilati di fronte
Con voci sommesse
E non vi ho saputi sentire,
I miei occhi ciechi
Non hanno riconosciuto i segni sui volti,
Le anime logore.
Forti epoche sepolcrali
Degli indifferenti.
Nessuno ha colpa.
Tutto è spettacolo.
- Un bacio, un bacio ancora dammi, prima dell'addio -

Ecco, ora la marea
Silenziosa e fumosa
Sommerge e voi
E me, sorpreso:
Di nulla ci eravamo resi conto,
Eravamo salvi.
All'improvviso ci scopriamo mussoli.

(2675) Angel
0

È un piovoso venerdì
autunnale,
non ti ho visto neanche oggi.
Anche se hai urlato non riesco a sentirti.
Mi hanno creato una campana di vetro,
mi dicono di stare lontana da questa ragnatela elettronica, per stare bene.
Ma le cose peggiorano.
A me piace sollazzare in questa ragnatela,
le domande sono finite.
Chissà cosa diranno di me gli altri,
"NON TI DEVE INTERESSARE!" mi urlano i neuroni sopravvissuti; e tu cosa fai?.

Sto lentamente perdendo i folati come gli alberi le foglie,
"Pillola bianca o pillola rossa?"
Non posso scegliere. Entrambe mi "servono".
Intrappolata qui in questa ragnatela dentro questa campana di vetro
"Non stare a telefono così stai meglio!"
Poso il telefono e lentamente, pensando a te, in questa giornata piovosa d'autunno, muoio.
Mi ridanno il telefono e rivivo.

(2674) Druido
0

Brezza fredda
un velo bianco avvolge tutto
Silenzio
Io unica cosa
viva?
D'un tratto il tempo si ferma
Nuvole di fumo dolce
come fantasmi, speranze
si sollevano nel cielo
e vorrei volare con loro
Stelle dove siete?

(2673) Giuse
0

Idee, idee, solo idee,
Idee sbagliate,
Idee esatte,
Eccitazione,
Felicità,
Delusione,
Rabbia,
Solitudine,
Idee, idee, solo idee.