Libro degli ospiti


 Nome *
 Indirizzo Email
 Sito Web
 Testo *
* Obbligatorio

Misura Antispam
Per inserire un nuovo messaggio è indispensabile trascrivere il codice di sicurezza, rispettando la combinazione (lettere e numeri).
1 + 5=

(3052)
(2172) Dastial
0
email

Se io sapessi tutto
Affonderei nel profondo mio
Lì, dove giace il niente
E me ne starei per conto mio

A levigare le certezze, fino a renderle più amare
A rovistare tra i rifiuti, per non sentirmi svenire

Utilizzerei ciò che conosco
Per aggiustare le persiane
Quelle li, bucate e non spalancate
Rosicate dalle mie passioni consce

Me ne starei lì, tra i rifiuti raccolti dal mio ego
Che tanto più me ne frego
E meno ci sto, e meno ci sto, e meno ci sto

Ma infondo io, che male ho fatto
Che c’è di male a scoprirmi farabutto

Ma infondo io, che male ho fatto
A scoprirmi come un pazzo,
che c’è di male
A vestirsi di se stessi a carnevale

Che poi di maschere farlocche,
le nostre bocche, le nostre bocche

Affondato nel sapere,
riuscirei a sentirmi io
Con questa foga
di non rischiare
E di votare alla destra del buon dio

Che poi
di cosa mi spavento
Se io sapessi tutto
Avrei da lamentarmi,
sarei un tormento

E
Prenderei quelle bisacce,
piene d’odio e di vergogna
E
Le riempirei di verbena e lì,
Li,
risanerei il mio sangue

Ma poi,
Tornerei al cantuccio mio,
Che meno ci sto,
meno si può,
E meno ci sto.

(2171) Get A Loan
0
url  email

installment loans direct lender installment loans personal loans quick installment loans guaranteed

(2170) Maristella
0
email

Dopo di te

Sono mesi che riecheggiano in me
tutti i momenti passati insieme
Li rivivo, ovunque,
come fossero accaduti ieri
come non fossero mai terminati.
Sono quasi succube di queste illusioni
che mi fanno da paraocchi rispetto a tutto quello che succede intorno,
perché tu eri sempre al primo posto.
Ma ora cosa rimane di te?
Niente, se non qualche bacio
incastrato tra le ciglia
E qualche sospiro
Impresso tra le clavicole,
Me ne sto accorgendo piano,
Ma sto guarendo da te.

(2169) Lorenzo
0

Ascolta
la voce strozzata di una scusa
guardami, tremo,
al vedere la tua faccia stufa
di dover flettersi.

Mi tengo stretto alle mie convinzioni
inciampo continuamente nelle mie delusioni
lo so bene del tuo bisogno di attenzioni
sono stato rapito dall’illusione delle ambizioni.

(2168) MA
0

Dissimulazione

Fingere e mascherarsi
il carnevale di Venezia è subito
vicino e quotidiano;
dipingere e dipingersi
una figura, panni di altri
La privazione dell'appartenenza
trasparenza, verità.
Sottile scudo subdolo,
vai a capire che cosa celi
quale sia il motivo.

(2167) wolf
0
email

Lei era piccola
Aveva timore
Tu così grande
Alto
Incorniciato dal mondo
La pugnalasti
Divenne cicatrice
Scomparve sulla pelle
Visse nel tempo …


(2166) Martina
0
email

Ti bacerei anche subito
perchè profumi di un profumo
che non conosco nemmeno
ma che saprei scovare
guardandoti.
Come quelle cose
cosí belle
dall’essere banali e
riconoscibili da chiunque
ma distinte
le une dalle altre per un dettaglio
che nessuno coglie.

Il tuo dettaglio
che nessuno coglie
che io coglierei.

(2165) meth
0


rischiare
è ciò che
ci rende liberi
ci rende felici
ci rende vivi


(2164) Val
0

Ed è solo quando la primavera è dovunque,
Pure se fuori piove e fa freddo,
Che sai cos’è l’Amore

(2163) Roberta
0
email

Il tuo profumo vo cercando

Nel labirinto de la mente e ‘l corpo

E sol oblio vo trovando

Ogni penser di ragion è morto.

E sento il respir tuo d'affanno

Donar vita ai sensi miei

E de la tua assenza mi condanno

L'alma tua è ciò che vorrei

Per dar senso a questo piccolo e triste mondo

(2162) SEMINAL PASTURES
0

divertiamoci ragazzi

(2161) S.
0

Felicità - vaso
di cristallo -
delicato e splendente.
Baciato dai raggi solari
risplendi,
caleodoscopio di luci.
Così elegante,
ti ammiro su quel mobile.
La stanza, in confronto ad esso,
appare buia, nuda, sporca.
Come ho potuto viverci
senza accorgermi del grigiore?
Quel cristallo,
così lucente,
ti ammalia.
Ti chiama, ti sussurra di avvicinarti
sempre di più
per poterne godere meglio la vista.
Eseguo gli ordini:
ti accarezzo con dita tremanti,
ti afferro con mani non ferme.
Felicità - vaso
di cristallo -
così fragile e pericoloso.
Una caduta potrebbe frantumarti,
una caduta potrebbe partorire mille schegge
assetate di tagli
pronte a trafiggerti la pelle
riducendoti a sangue e sbigottimento.
Che fare, allora?
Osservare quella rara bellezza a distanza,
non facendosi sfiorare da quella luce,
lasciandolo illeso
oppure avvicinarsi
e lasciarsi infatuare
da quella superficie così pura
con il rischio di una rottura?

(2160) Silvia
0
email

Aggrappati
ai miei fianchi
come fossero un’ancora
che si stringe al fondale.


(2159) Luca
0
email



Una notte
Il tempo
Col suo fiore,
Farà all’amore.

(2158) Andrea Piumarta
0
url  email

Sono lo scherzo e la poesia,
La gravità e la fantasia.
Sono la stasi e l’idea,
La norma e l’anarchia.
Sono lo spettro e la fiaccola,
La stanza ed il cosmo.
Sono la quiete ed il coro,
Il torpore e la frenesia.
Sono il frangente e l’era,
Il passo e la meta.
Sono il conscio e l’enigma,
Il senso ed il paradosso.
Sono l’oblio e l’etere,
L’automa e l’arbitro.
Sono la sagoma ed il fulcro,
La particella ed il molteplice.
Sono la crepa e la visione,
Il rimprovero e la lode.
Sono il tratto ed il colore,
La sostanza ed il sublime.
Sono l’incipit ed il continuum,
L’invenzione e l’evidenza.
Sono il possibile e l’atipico,
Il plasma ed il sigillo.

(2157) alessandro de bellis
0
email

Chi ama segue i propri sogni
chi tace segue altrui bisogni
e tu, buon professore,
quando non ascoltasti il tremore delle dita,
allora, col cuore si fermo anche l’ardore della vita.

Chi la coglie guarda il cielo
chi non può trova il gelo
ma vostro onore,
quando la sua ombra vi portava allo scuro
allora, avete finto fosse luce e futuro.




(2156) Claudec
0

Come lo è in visione lo è in amore
Perchè l'incertezza è così seducente
Perchè l'incertezza è amore e l'amore è incertezza
E' passione
E la mia passione è la costante incosapevole ricerca del bilico

(2155) meth
0

sono scappato a cercare ,
cercare la quiete.
arpie funebri sul mio capo,
luce?luce?dove sei in questa tenebra?
vago nel paese,nelle mie prigioni
un angolo vale un' altro
corro,ossesso
lo so già
lo so già
se non l'hai nelle viscere,
nel mondo non la troverai

(2154) g.s.
0

Brancolo nel buio,
cammino, tentenno,
non so dove sbattere la testa...
all'improvviso
una scintilla,
un rumore assordante,
e di nuovo
il buio.

(2153) Nina
0
email

Più in là un ragazzo apre
un pacchetto di Winston Blu

Il pensiero corre alla tua mano che
Nel lungo tragitto
Tra la tazzina di caffè fumante
E la calda sigaretta
Si lasciava riposare sulle mie dita