Liberazione

 

Cobain guarda la spada,

pensa alla sua bambina e sa.

Faber sorride all’ennesima sigaretta,

troppo bella per abbandonarla.

Jack stringe in pugno il fegato,

non c’era altro modo per dirlo alla madre.

Marco accarezza la neve,

in un mondo che ostenta amore ha trovato solo odio.

Io che non sono nessuno non ci riesco

guardo la finestra socchiusa,

sarebbe la cosa migliore

ma non ce la faccio.

Accarezzo i vetri freddi, qui nessuno mi vede,

la spingo con la fronte e mi maledico.

Perché non riesco a volare?